Detrazioni elettrodomestici 2013 Letta comprendono lavatrici, frigoriferi, cucine, lavastoviglie

Bonus elettrodomestici: per cosa vale e spese possibili da detrarre



Detrazioni per elettrodomestici, caldaie e pompe e calore: il governo ha esteso, infatti, l'ecobonus destinato alle ristrutturazioni edilizie anche all'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe A+ destinati all'unità immobiliare oggetto della ristrutturazione, per una spesa massima di 10mila euro.

Si tratta di una misura importante che andrà a sostenere la domanda interna di due rilevanti settori della manifattura italiana, come il mobile e l'elettrodomestico, settori che oggi soffrono particolarmente la crisi.

E’ importante sottolineare che il bonus sarà valido solo per l’acquisto di elettrodomestici e cucine relative all’immobile in fase di ristrutturazione e che, per gli elettrodomestici, non varrà solo per quelli ad incasso, come inizialmente previsto.

Secondo quanto stabilito dal governo, possono rientrare nei 96.000 euro di detrazioni fiscali pari al 50% della spesa sostenuta per una ristrutturazione edilizia anche 10.000 euro di spesa rendicontabile per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

I contribuenti che acquisteranno frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici entro il 31 dicembre 2013 potranno così usufruire della detrazione del 50% dell’importo sostenuto, fino a un massimo, come accennato, di 10 mila euro. Il bonus varrà per tutti gli elettrodomestici, purchè siano di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni).

La metà dei pagamenti effettuati potrà essere portato in detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi. Il soggetto potrà beneficiare di un abbattimento d’imposta pari a 1.000 euro, da suddividere in 10 esercizi, perché, in sede di dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2013, il contribuente godrà di una detrazione pari a 100 euro.

Per accedere al bonus bisognerà documentare l’intervento di ristrutturazione, il cui pagamento deve essere effettuato con bonifico bancario nell’anno 2013.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il