BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui: tassi di interesse variabile e fisso 2013. Previsioni per seconda metà dell'anno

Andamento mutui e previsioni: la situazione



Scegliere di accendere un mutuo è sempre un’operazione che richiede parecchia attenzione. Per scegliere, infatti, la tipologia giusta, se a tasso fisso o a tasso variabile, bisognerebbe prima valutare le diverse offerte disponibili sul mercato in base alle proprie esigenze.

Attualmente il mercato dei mutui in Italia non va proprio bene e, secondo gli ultimi dati, ha chiuso il 2012 con volumi in calo del 42% rispetto all’anno precedente, con i mutui per l'acquisto della casa che hanno fatto segnare una contrazione del 47%,mentre la componente degli  altri mutui (surroghe e sostituzioni) ha registrato un calo ancora più accentuato, pari al 70,7%.

Sull’andamento negativo del mercato dei mutui pesano sicuramente il crollo delle surroghe e delle sostituzioni da un lato, penalizzate dagli elevati spread applicati, e a bassa percentuale di richieste di mutuo accettate dalle banche.

E le previsioni per il futuro non sono positive: secondo le stime, infatti, nel triennio 2013-2015 il credito alle famiglie sarà ancora condizionato dalla forte fragilità dell’economia e dei bilanci delle famiglie ed evidenzierà tassi di crescita contenuti.

Il motivo dell’andamento negativo risiede soprattutto nel fatto che gli spread applicati sui nuovi prodotti sono ancora molti elevati, faticano a scendere mediamente sotto il 3%, e resteranno su questi livelli per un bel pò tempo.

Per anni le banche hanno erogato mutui con spread molto ridotti (inferiori all'1%) e ora sembrano diventati un peso per gli stessi istituti. Secondo le previsioni, è difficile ipotizzare decrementi sensibili degli spread bancari nei prossimi mesi e questa situazione determinerà un andamento ancora in discesa per il settore mutui.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il