BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero Trenord oggi mercoledì 10 luglio 2013. Orari, fasce garantite e informazioni aggiornate

Nuovo blocco treni otto ore oggi: i servizi garantiti



Ancora una giornata di disagi per i pendolari della Lombardia: è stato, infatti, indetto per oggi, mercoledì 10 luglio, dal sindacato Orsa un nuovo sciopero di otto ore che bloccherà la circolazione dei treni regionali e suburbani che potranno essere soggetti anche a limitazioni di percorso o cancellazioni tra le ore 9 e le ore 17.

Nei giorni scorsi l'ad Trenord Luigi Legnani aveva proposto segnali di apertura, se ci fosse stata da parte dell'Orsa una volontà di collaborare.

Adriano Coscia, segretario regionale degli autonomi aveva replicato: “Noi siamo pronti a riaprire il confronto, ma finora non ci hanno fatto sapere nulla. Forse Trenord non è disponibile ad ascoltare le nostre richieste di modifiche di turni di lavoro pesanti, a cui corrisponde in alcuni casi una diminuzione delle retribuzioni. Così come non vuole rivedere il sistema dei premi di produzione. Certo che, se ci convocassero, saremmo pronti a revocare subito lo sciopero”.

Durante lo sciopero, sono istituite corse sostitutive per il solo Malpensa Express da Milano Cadorna e Milano Porta Garibaldi. Da Milano Cadorna le partenze avverranno da via Paleocapa, con una corsa ogni 30’ ai minuti .28 e .58. Prima corsa del bus alle 9.28 e ultima alle 16.58.

Da Milano Porta Garibaldi le partenze avverranno da via don Sturzo; una corsa di bus all’ora al minuto .00, la prima corsa alle 9 e ultima alle 17. Per il resto, sarà garantita solo la circolazione dei treni il cui orario di partenza dalla stazione di origine è in programma prima delle 9.01 e quello di arrivo alla destinazione finale entro le 10. Si prospetta, dunque, una giornata nera per circa 670 mila pendolari.

Per maggiori informazioni e per conoscere l’eventuale situazione del proprio treno meglio consultare prima il sito di Trenord www.trenord.it.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il