BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013, aumento iva, pensioni, mobilità statali, province: piani Governo Letta nei prossimi mesi

Gli impegni del governo dei prossimi mesi: le questioni urgenti



Tra abolizione province, modifiche alle pensioni, nuovi piani di mobilità e prepensionamenti per gli statali, e questioni cruciali come aumento Iva e riforma Imu, il governo nei prossimi mesi sarà chiamato e impegni intensi.

Controverse queste ultime due questioni: il governo dovrà, peraltro, seguire le raccomandazioni di Ue, Fmi e dell’agenzia di rating Standard & Poor’s che hanno invitato il Belpaese a mantenere l’Imu e alzare l’aliquota Iva, di un punto percentuale dal 21 al 22% dal prossimo ottobre.

“Sono sicuro che il governo italiano prenderà seriamente in considerazione le raccomandazioni” ha detto il commissario Olli Rehn sull'ipotesi di abolizione dell'Imu, in discussione proprio oggi, mercoledì 10 luglio, dal momento che nelle raccomandazioni la Ue chiede di spostare la tassazione dal lavoro a consumi e proprietà.

Sull'Imu il governo lavora all'ipotesi di agire sui capannoni industriali, ma solo nel 2014, secondo quanto affermato Fabrizio Saccomanni. Il ministro dell'Economia ha precisato che “è una cosa che riguarda il 2014, perché si guardano i redditi d'impresa dell'anno prossimo: ci stiamo lavorando nella preparazione degli interventi del 2014”.

Anche S&P, che proprio oggi ha tagliato il rating dell'Italia portandolo a BBB, ha raccomandato all’Italia di mantenere l'Imu e aumentare l'Iva. Ma non solo, perché il governo è da tempo impegnato su altri fronti, dalle pensioni, ai piani esuberi per gli statali, senza dimenticare la questione esodati, che necessita di un’urgente soluzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il