BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Finanziare startup online: il crowdfunding all'italiana, microinvestimenti per grandi progetti

Raccolta finanziamenti in rete per le start-up italiane: il nuovo progetto



Mentre il Consiglio dei Ministri di ieri, venerdì 12 luglio, che ha approvato il decreto sulla filiazione eliminando di fatto le differenze tra figli nati all’interno del matrimonio e non, e ha discusso anche un'iniziativa per l'attrazione di investimenti esteri, progetto che dovrebbe chiamarsi ‘Destinazione Italia’, la Consob ha dato il via libera alla raccolta di capitali online per le start-up, progetto che di fatto potrebbe portare una boccata d'ossigeno alle imprese, cercando di portarle fuori dal tunnel, lungo, della crisi economica in cui sono crollate da tempo.

Con questo piano, la Consob  ha così la possibilità di disciplinare ciò che viene definito ‘equity crowdfunding’, opportunità per le imprese di raccogliere capitali di rischio tramite Internet, rivolgendosi ad un elevato numero di destinatari (crowd) che possono così effettuare investimenti di modesta entità.

Il regolamento + composto da 25 articoli e suddiviso in tre parti che trattano, rispettivamente: le disposizioni generali; il registro e la disciplina dei gestori di portali; la disciplina delle offerte tramite portali.

Il regolamento istituisce, inoltre, il registro dei gestori dei portali, introducendo i requisiti di onorabilità (legata all’insussistenza di condanne penali) e professionalità per chi controlla o amministra le piattaforme.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il