BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti, carte di credito, prepagate migliori Luglio 2013. Offerte a Confronto

Carte di credito e prepagate: le migliori offerte per l’estate 2013



Mentre crescono i costi per mantenere i conti correnti in Italia, cresce anche la diffusione di carte di credito tra gli italiani. Questa viene rilasciata da una banca o da un ente finanziario e permette al cliente di acquistare senza l'uso di contanti.

Oltre che come strumento di pagamento, la carta può essere utilizzata come strumento di prelievo allo sportello automatico, come fosse una carta Bancomat, ma l’uso delle carte di credito comporta spesso commissioni elevate che è bene sapere.

Sono, per esempio, alte le commissioni se la carta di credito viene utilizzata come carta Bancomat per prelievi: per avere 200 euro si spendono quasi 8 euro in media, commissione che sale ancora  se si preleva all’estero, per esempio New York, dove si possono pagare anche 11 euro di commissione. Anche usare la carta di credito per pagare conti all’estero è molto dispendioso.

Secondo iun’indagine condotta dall’Università Bocconi di Milano, il canone medio annuo di una carta di credito è di circa 31,8 euro, ma per esempio per l’American Expressi si pagano anche  80 euro in American Express. Alta risulta poi la commissione per l’anticipo di contante, cioè sul prelievo agli sportelli automatici, che risulta essere il 3,9% in media.

Quella più elevata è di Bpm (4% con un minimo di 4 euro), la più bassa di Findomestic che, l’unica che fa pagare zero. Secondo un’indagine Mastercard, però, nonostante i costi la carta di credito o quella prepagata sono gli strumenti preferiti dagli italiani nel momento di un viaggio.

E in periodo d’estate e vacanze alle porte, considerando i costi di cui appena parlato delle carte di credito, sarebbe forse meglio preferire le prepagate. A differenza delle carte di credito, le prepagate non sono collegate ad un conto corrente, ma vengono caricata con la quantità di denaro desiderata dal suo proprietario.

Tra le migliori proposte di prepagata da scegliere primeggia la classica PostePay Standard, il suo costo annuale è pari a 1,7 euro, la commissione per il prelievo è di 1 euro ad operazione, il massimo che vi si può caricare è più di 3.000 euro, mentre il pagamento del canone, di 5 euro, si paga solo il primo anno.

A seguire troviamo l’offerta della carta Enjoy di Ubi Banca, che è, invece, collegata ad un conto, ha un costo annuale di 0,7 euro, un canone che per il primo anno è di 2 euro, mentre è gratuito per gli anni successivi, permette di ricaricare fino a un massimo di 3.500euro e garantisce ricariche e prelievi bancomat gratuiti.

E poi c’è Vincento di Kalixa, che ha un costo annuale di 1,7 euro, un canone di 5 euro solo per il primo anno e  prelevare contanti costa 1,75 euro ma le ricariche sono gratuite.

E’ bene, dunque, prestare attenzione alle condizioni delle prepagate che si scelgono, così come anche, nel momento in cui si sceglie di aprire un conto corrente, ai costi che esso prevede.

Considerando, infatti, gli aumenti da essi subiti, che secondo l'Adusbef, l'associazione dei consumatori presieduta da Ennio Lannutti, prevedono una spesa totale di circa 180 euro all'anno in più rispetto alla media europea per mantenere un conto corrente.

Tra le migliori offerte di questo mese di luglio 2013, ci sono Conto Corrente Fineco, che non prevede pagamenti di canone, nessuna spesa per bonifici online e allo sportello e stessa cosa per la ricarica della carta prepagata e per la registrazione delle operazioni, mentre i prelievi presso Atm di altre banche all’estero si pagano 2,90 euro e 2,95 euro allo sportello.

E Conto CheBanca! Online, anch’esso non prevede canone annuo e imposta di bollo, offre la possibilità di prelievi gratuiti presso Atm di altre banche in Italia e all’estero e bonifici illimitati, mentre un prelievo o un bonifico eseguito allo sportello costano 3 euro a operazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il