BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui:nuove offerte banche Luglio-Agosto-Settembre 2013 con soluzioni alternative.Confronto migliori

Le migliori offerte mutui di questa estate 2013 e nuove proposte banche: quali sono e quali scegliere



Nel 2012 il mercato immobiliare si è ridotto di un quarto rispetto all'anno precedente, ritornando al livello di compravendite residenziali della metà degli anni '80, secondo quanto reso noto da Stefano Magnolfi, Direttore Real Estate Services di CRIF, e restano sempre troppo difficili le condizioni per poter ottenere un una banca.

Il motivo riguarda essenzialmente lo spread da esse applicate e le troppe richieste di garanzia che vogliono, soprattutto da parte dei più giovani.

Le compravendite assistite da mutui risultano, infatti, in drastico calo, passando dal 44,8% del totale nel 2011 al 37% nel 2012, a conferma che gli italiani in questa delicata fase tendono a finanziare l'acquisto della casa attingendo prevalentemente ai risparmi propri o del nucleo familiare. E le banche erogano pochissimo credito a redditi inferiori a 1500 euro netti.

Quando, poi, si decide di sottoscrivere un mutuo bisogna prestare attenzione ad alcune semplici regole, per esempio chiedere il mutuo in diversi istituti e non solo dove si ha il conto corrente, in modo da valutare la migliore offerta.

Sarebbe bene, inoltre, cercare la migliore sia in banca che fra le offerte online, dove la possibilità di risparmiare è anche maggiore. Importante è dunque valutare le proprie esigenze, e scegliere il tasso, se variabile o fisso, in base alle proprie disponibilità.

Se è vero, poi, che il tasso fisso fa stare più tranquilli perché fa pagare sempre la stessa rata mensile nonostante le oscillazioni di mercato, è vero anche che le rate variabili sono meno costose e anche in caso di mutamenti sul mercato potrebbero sì alzarsi ma mai, al momento, raggiungere quelle del fisso.

Per questi mesi estivi di luglio, agosto e settembre 2013, considerando, per esempio, la richiesta di un mutuo di 160mila euro con scadenza 25 anni, spicca come miglior prodotto a tasso variabile il Mutuo Pratico di Deutsche Bank, che prevede una rata mensile da 756 euro e taeg 3,1%, mentre tra i fissi il migliore risulta, secondo MutuiOnline, il Gran Mutuo Casa Semplice di Cariparma Crèdit Agricole, che ha un taeg del 5,3%, prevede una rata iniziale per i primi due anni di 717 euro e rata a regime di 971 euro circa.

Se invece si richiede un mutuo di 100mila euro, con scadenza a 25 anni, la migliore offerta a tasso fisso è il Mutuo You del Banco Popolare, che ha un taeg del 5,24% e prevede il pagamento di una rata mensile di circa 570 euro.

Per cercare di dare nuova spinta al mercato immobiliare, inoltre, diverse banche hanno deciso di offrire prodotti innovativi per questi mesi estivi di luglio, agosto e settembre 2013.

Unicredit, per esempio, per questo mese di luglio, ha lanciato un nuovo prodotto, il Mutuo Valore Italia, con piani di rimborso flessibili che permettono di sospendere la rata per 12 mesi o di tagliarne l'importo, allungando la scadenza del finanziamento o pagando per un certo periodo solo la quota di interessi, senza il capitale. Inoltre, in via promozionale fino al 30 settembre, chi accende questo prestito può ottenere un interesse variabile scontato rispetto alla media e legato all'euribor a 3 mesi, più uno spread del 2,5%.

Gruppo Cariparma Crèdit Agricole, poi, ha stanziato un plafond di 2,5 miliardi di euro per i mutui casa delle famiglie, proponendo un finanziamento a  interessi fissi, con un tasso scontato del 2,5% per i primi 24 mesi del piano di rimborso. Chi sceglie questo mutuo riceve anche in omaggio dalla banca anche un elettrodomestico Smeg a scelta.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il