Sistemi di pagamenti online: Google prepara GBuy per scalzare PayPal

Il trucco è studiare sempre nuovi servizi senza dover fin da subito immaginare il loro sfruttamento commerciale



Certo è che il tasso di innovazione di Google è veramente elevato e, come dicono loro, il trucco è studiare sempre nuovi servizi senza dover fin da subito immaginare il loro sfruttamento commerciale. Quello, se mai, verrà dopo. L'ultimo nato (anzi, secondo le indiscrezioni sarà lanciato il 28 giugno) è Gpay, un nuovo sistema di gestione dei pagamenti online.

E' quindi un nuovo attacco a eBay e al suo sistema leader di mercato Paypal. Ormai è davvero Google contro tutti : contro Microsoft, contro Yahoo e contro eBay.
Il nuovo servizio Gpay dovrebbe essere all'inizio gratuito per poi applicare una commissione del 1.5/2.0% sul valore di ogni transazione, secondo quanto riportato da Jordano Rohan, analista della RBC Capital Markets.

Si sprecano intanto gli scenari dell'utilizzo incrociato che Google potrà fare aggiungendo le informazioni delle ricerche effettuate, delle pubblicità più cliccate con quelle dei pagamenti fatti e dei merchant con più successo. Facile la previsione di molti : rapida adozione del sistema da parte del mercato perchè più economico e anche più facile da utilizzare.

Ma anche Google sbaglia ...

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il