BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni auto 2013: come risparmiare su tariffe e prezzi sempre più alti

Prezzi assicurazioni auto alti: le migliori offerte e quando si possono detrarre i costi



Secondo un'indagine dell'Ivass, in Italia si registrano i costi delle assicurazioni auto più alte e l’indagine stessa rivela che negli ultimi tempi si sono registrati aumenti dei prezzi, saliti fino a toccare anche rialzi del 12% per le appena patentate.

Per evitare il continuo aumento delle frodi assicurative e indurre i guidatori a cercare polizze sempre più convenienti, arrivano diverse offerte e consigli. Per esempio, per scegliere la migliore assicurazione auto, quella che semplicemente meglio si adatta alle proprie esigenze, basta anche consultare siti di confronto online che offrono prodotti completi ed anche convenienti.

Completi, perchè non tutti sanno, forse, che nel momento in cui si stipula una polizza assicurativa per auto, bisognerebbe abbinare pacchetti opzionali che comprendono, per esempio, furto e incendio, atti vandalici ed eventi atmosferici.

Tra le migliori offerte fra cui scegliere attualmente, ci sono promozioni come Genertel, che, per esempio, offre la promozione Genertel 1+1 pensata per chi ha già una o più polizze con Genertel e che prevede sconti fedeltà. Disponibile anche la formula Multiprotezione che protegge e fa risparmiare garantendo un 10% di sconto sull'RC Auto e del 15% di sconto su Incendio e Furto, Atti Vandalici/Eventi Atmosferici/ Cristalli, Minikasko o Kasko.

Anche Genialloyd, fino al 31 dicembre 2013, offre una doppia promozione che prevede il 12% di sconto sulle nuove polizze auto Genialloyd. Ricordiamo, infine, che per risparmiare è possibile portare in detrazione i costi delle assicurazioni auto nel Modello 730/2013.

La Riforma Fornero ha stabilito che la detrazione per l'assicurazione auto sarà possibile solo per la somma eccedente 40 euro, per cui se il contributo SSN non supera questa cifra non sarà possibile ottenere nessuna detrazione Irpef.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il