BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: solo la metà dei nuovi docenti 2013-2014 arriverà da qui

I vincitori del concorsone della scuola: quanti saliranno effettivamente in cattedra?



Posti disponibili nelle scuole inferiori al numero dei vincitori del concorso: in Sicilia, per esempio, dei 202 nuovi insegnanti passati sono solo 37 le cattedre libere; sono 216 i posti che dovrebbero andare ai vincitori del comparto scuola d’infanzia, ma, secondo un’elaborazione prodotta dalla Flc-Cgil, ne sono rimasti poco più della la metà, circa 128.

Situazione simile in Campania, dove su 243 vincitori del concorso ci sono solo 164 posti disponibili. Peggiore è la situazione per la primaria: in Abruzzo ci sono 100 i vincitori per 23 cattedre, di cui 12 a Chieti, 1 a L’Aquila, 4 a Pescara e 6 a Teramo; in Basilicata per 71 prossimi vincitori del concorso, ci sono appena 17 posti a disposizione; in Calabria 91 su 202; in Campania per 360 vincitori 62 posti; in Puglia, invece, per 284 vincitori ci sono ‘solo’56 cattedre disponibili.

Il ministro dell'Istruzione Carrozza ha dichiarato: “A settembre vedremo nuovi docenti sulle cattedre italiane. Abbiamo avuto qualche problema perchè i compensi per chi sta in commissione non ci sono o sono molto bassi, non per colpa nostra ovviamente. Il concorso sta comunque andando avanti.

Noi immetteremo 15mila docenti nel prossimo anno scolastico, provvederemo come abbiamo detto: 50% dalle graduatorie e 50% dal concorso. Il concorso, comunque, ha una validità di 3 anni. I cambiamenti sono dovuti alla legge Fornero che ha aumentato l’età pensionabile”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il