BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti migliori 2013 famiglia, giovani, single, pensionati. Confronto del mese

Come orientarsi nel mondo dei conti correnti: regole



Sono diverse le offerte convenienti sui conti correnti disponibili in questi mesi di luglio e agosto 2013. Si tratta di prodotti dedicati a diverse categorie di persone, da giovani, a famiglie, single e pensionati.

E’ innanzitutto importante dire che nel momento in cui si decide di aprire un conto corrente è meglio guardarsi prima intorno, alla ricerca del prodotto migliore che più si adatti alle proprie esigenze.

Bisogna poi considerare i costi per mantenere i conti correnti, notevolmente saliti nel nostro Paese, basti pensare che i tassi per chi va in rosso (senza avere un fido) arrivano al 24%; le spese per i bonifici sfiorano gli 8 euro, come nel caso di Unicredit; le commissioni per saldare le bollette con l'addebito in conto arrivano a 4 euro; quelle dovute per le tasse, come l'Imu, che raggiungono anche i 10 euro.

C’è poi chi preferisce scegliere i conti correnti cosiddetti a zero spese che non richiedono somme mensili o annue per la gestione, ma che possono convenire di più a chi non esegue molti movimenti allo sportello, perché non tutti i conti correnti zero spese prevedono operazioni con la carta di credito e bonifici e prelievi allo sportello completamente gratuiti.

Tra le migliori offerte attualmente disponibili c’è quella di Conto Corrente Fineco che non prevede pagamenti di canone, nessuna spesa per bonifici online e allo sportello e stessa cosa per la ricarica della carta prepagata e per la registrazione delle operazioni.

I prelievi presso altre banche all’estero si pagano 2,90 euro e 2,95 euro allo sportello. A seguire troviamo Conto CheBanca! Online, che non prevede canone annuo e imposta di bollo, offre la possibilità di prelievi gratuiti presso altre banche in Italia e all’estero e bonifici illimitati. Un prelievo o un bonifico eseguito allo sportello così come il registro delle operazioni costano però al cliente 3 euro a operazione. 

Conto Corrente Arancio di ING Direct, che non prevede costi di apertura, costi di chiusura o di gestione, con i bonifici sempre gratis, sia online che presso lo sportello o gli ATM italiani (anche di altre banche), nessun costo neanche per l’imposta di bollo. Diverse le offerte interessanti per le famiglie.

Tra le migliori quella di Che Banca!, disponibile fino al 31 dicembre 2013, che permette alla clientela di operare tramite Internet, telefono e filiale a costi davvero contenuti: soli 2 euro/mese. Incluse nel canone tutte le operazioni in filiale e prelievi Bancomat gratuiti in tutto il mondo. Inoltre, i bonifici tra conti CheBanca vengono effettuati in tempo reale.

Questo conto prevede canone annuo e imposta di bollo gratuiti. Due, in particolare, le offerte più convenienti per i pensionati. In realtà, in quasi tutte le banche italiane, dovrebbero essere disponibili inoltre i famosi conti di base. Questi conti correnti teoricamente a zero spese, sono stati lanciate dalle banche dopo l’approvazione del decreto Salva Italia, con la norma che vieta il versamento in effettivo degli stipendi o pensioni che superano i 1.500 euro.

Ma questi conti di base sono difficili da trovare. Per quanto riguarda le offerte dedicate, si tratta del Conto Corrente Arancio e del Conto CheBanca!. Entrambi prevedono una spesa annua che non supera i 14 euro. Il Conto Corrente Arancio di ING Direct prevede bonifici online e allo sportello gratuiti; i prelievi allo sportello, presso altre banche in Italia e all’estero, gratuiti; costi di registrazione gratis, mentre ogni singolo assegno costa 0,50 euro.

Il Conto Corrente Arancio non prevede canone mensile e l’imposta di bollo è a carico della banca. Il costo annuo finale di Conto Corrente Arancio è di 24 euro. Anche il conto corrente di Che Banca! in Filiale prevede un canone annuo di 24 euro, che consente di effettuare gratuitamente tutte le operazioni: bonifici online e allo sportello, prelievi allo sportello, presso altre banche e all’estero (Zona UE), e il registro delle operazioni.

L’imposta di bollo di 34,20 euro è a carico della banca, e prevede un costo di 0,53 euro per ogni singolo assegno. Diverse le offerte disponibili anche per i ragazzi.

Tra le migliori Conto Che Banca Online di Che Banca! che offre canone annuo e imposta di bollo gratuite, gratis anche prelievi, anche presso altre banche, operazioni illimitate online e dal Servizio clienti (tranne che per i bonifici urgenti e di importo rilevanti), e 3 euro per ogni singola operazione effettuata in filiale. Poi c'è Conto Corrente Fineco Giovani di Fineco, a zero spese per canone, imposto di bollo, prelievi, e costo di registrazione operazioni. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il