BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti pensionati: è più facile ottenerli. Come fare domanda, regole e condizioni

Offerte prestiti pensate per i pensionati: come ottenerle



Nonostante siano sempre più difficili da ottenere, esattamente come i mutui, crescono in Italia le richieste di prestiti personali a causa soprattutto della crisi economica.

Infatti, se fino a qualche tempo fa si chiedeva un finanziamento anche solo per farsi una vacanza o comprarsi una macchina nuova, oggi la situazione è decisamente cambiata e spesso il prestito viene richiesto per pagare bollette o altri tipi di spese necessarie, come quelle mediche.

La difficoltà nell’ottenere i prestiti sta soprattutto nella richiesta delle troppe garanzie sui richieste dalle banche. Le garanzie fondamentali da fornire quando si richiede un prestito personale sono una fonte di reddito certa e continuativa e una comprovata affidabilità creditizia. I

n caso di ritardo nel pagamento delle rate dei prestiti personali, l'inadempienza nei confronti dell'istituto finanziatore è immediata e porta ad una maggiorazione degli interessi dovuti con l'applicazione di una mora.

Molti istituti, però, proprio in questo momento di difficoltà hanno pensato ad offerte dedicate in modo da rendere più agevole l’accesso al credito per cui ne ha davvero bisogno. Tra le offerte ad hoc, spiccano quelle pensate, per esempio, per i pensionati.

Sono proprio loro ad avere la possibilità di contrarre prestiti estinguibili con una trattenuta diretta sulla rata della pensione. Il funzionamento è simile al contratto di cessione del quinto dello stipendio: nel caso della cessione del quinto dello stipendio è il datore di lavoro che trattiene le rate mensili direttamente dalla busta paga del dipendente, in questo caso, invece, è direttamente l'istituto, l'ente o la cassa di previdenza che si occupa di trattenere dalla pensione del cliente le rate mensili di ammortamento a favore dell'istituto concedente.

Il prestito può essere richiesto da tutti coloro che ricevono la pensione, ad eccezione di riceve pensioni e assegni sociali; di invalidità civile; assegni mensili per l'assistenza ai pensionati per inabilità, di sostegno al reddito e assegni al nucleo familiare; e chi ha pensioni del personale bancario.

Anche in questo caso, come avviene per qualsiasi tipo di prestito personale, è bene confrontare le offerte, leggere attentamente le condizioni per la concessione del finanziamento, informarsi su Tan e Taeg, e prestare attenzione alle assicurazioni legate al prestito e alle spese di istruttorie.

Altra offerta pensata per pensionati è quella di Intesa Sanpaolo, dedicata pensionati Inps, anche non clienti della banca, con trattamento pensionistico già in corso, non gravato da cessioni del quinto della pensione e con un’età massima di 78 anni non compiuti alla richiesta e 80 anni alla scadenza del finanziamento.

La durata può variare da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120 mesi, per un importo finanziabile che oscilla dai 4.800 euro ai 52.000 euro (comprensivo di tutti gli oneri connessi all'operazione: interessi ed imposte).

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il