BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazione 50%-55% casa,arredamento,mobili,cucine,elettrodomestici 2013:regole e come fare domanda

Come fare per ottenere le detrazioni casa ed elettrodomestici: regole da seguire



E' partito il nuovo piano detrazioni per le opere di ristrutturazione degli immobili volti a garantire maggiore efficienza energetica, pensato dal Governo Letta, e valido non solo per le ristrutturazioni ma anche per l'acquisto di mobili, cucine ed elettrodomestici pertinenti all'immobile oggetto di lavori di ristrutturazione.

Per ottenere detrazioni del 36%, del 50%, del 55% e del 65% sulle spese sostenute per interventi per il risparmio energetico, sostituzione di caldaie, di condizionatori, acquisto di mobili e di elettrodomestici, interventi di recupero e restauro edilizio, costruzione o acquisto di box auto, interventi per adeguare gli edifici alle norme antisismiche, bisogna effettuare i pagamenti con bonifici bancari o postali con le medesime modalità già previste per i pagamenti dei lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati.

Nei bonifici dovranno essere riportati la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste Italiane Spa per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Se la spesa è stata fatta da più persone, il bonifico deve riportare il codice fiscale di tutti gli interessati., mentre se gli interventi sono sui condomini, sarà necessario il codice fiscale del condominio e il codice fiscale dell’amministratore o del condomino che effettua il pagamento.

Per ottenere la detrazione del 65%, se si è contribuenti titolari di reddito d’impresa si può anche non pagare tramite bonifico. Per tutti gli altri è obbligatorio il bonifico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il