BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma Catasto e poi Imu: cosa, come, quando dovrebbe cambiare 2013-2014. Chi deve pagare

Come cambia la riforma del Catasto: cosa prevede e chi sarà penalizzato



Il governo procederà prima con la riforma del catasto poi con la revisione dell’Imu, il tutto dovrebbe arrivare in tempi brevi, considerando che il limite per la definizione della nuova riforma dell’Imu, come annunciato dal premier Enrico Letta, è fissato al 31 agosto.

Per quanto riguarda l'Imu, continueranno a pagare le prime case di categoria A8 e A9, quelle di lusso, secondo quanto annunciato dal ministro per gli Affari regionali Graziano Delrio.

Il ministro ha precisato: “In attesa delle nuove rendite stiamo cercando di mettere a punto per l'Imu una soluzione che non crei disparità. Un esempio: le abitazioni di lusso, quelle di categoria A8 e A9, che continueranno a pagare l'Imu sulla prima casa, oggi sono solo lo 0,1% degli immobili”. E aggiunge: “Per la riforma catastale, per la quale l'orizzonte non è comunque brevissimo, tutto dipende dai tempi della delega fiscale”.

La nuova riforma del catasto parte dall’adeguamento alla realtà del mercato che comporta il passaggio da vani catastali a metri quadri, quindi un’assoluta coincidenza dell’unità di misura e valutazione di uno stabile con quello che avviene nel mercato.

Finora, si sono spesso verificate incongruenze poichè i vani non sono sovrapponibili ai locali in cui è suddivisa una casa, visto che comprendono anche pertinenze e locali comuni.

La determinazione dei valori immobiliari si rifarà a quelli che vengono pubblicati dall’Agenzia delle Entrate attraverso l’osservatorio del mercato degli immobili che suddivide i vari comuni in aree e che già è la fonte attraverso la quale vengono forniti i prezzi al metro quadro, sia per le vendite che per gli affitti.

Per ottenere il valore, saranno presi in considerazione anche altre caratteristiche dell’immobile come l’anno di costruzione, le condizioni, il piano a cui è situato l’appartamento ed anche la strada in cui sorge l’edificio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il