BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni con bassi rendimenti e perdite nel 2013. Alternativa Btp a breve

Perdono le obbligazioni e guadagneranno le azioni: situazione mercati e previsioni



Saranno le azioni l'investimento privilegiato tra qualche mese a scapito delle obbligazione, per cui sarebbe meglio iniziare a studiare i movimenti di mercato per capire quali potranno essere le scelte migliori per investire e ottenere buoni rendimenti.

Secondo Francesco Castelli, gestore del Lemanik Selected Bond, “guardando alle performance dei primi sei mesi dell’anno, spiccano i segni negativi su tutti gli indici obbligazionari in dollari (si salvano solo gli High Yield, fermi a zero), mentre notiamo che i governativi arretrano di 2.5%, ma ancora peggio fanno i corporate (-3.2%), gli emergenti in USD (-7%) e gli emergenti in valuta locale (-5.3%).

Di solito, tuttavia, il credito sovraperforma grazie alla riduzione degli spread, ma quest’anno la sottoperformance dei corporate e degli emergenti è frutto dell’eccessiva esposizione degli investitori e della scarsa liquidità di mercato”.

Secondo quanto riportato da CorrierEconomia, l'incertezza sul mercato del reddito fisso spinge i gestori a preferire i bond, ma solo le obbligazioni di breve-medio periodo, i Btp a due e a cinque anni, categoria meno esposta al rischio di un eventuale rialzo dei tassi di interesse. 

Alberto Biolzi, responsabile advisory di Cassa Lombarda, preferisce “investire su durate più brevi”. “In tema di Btp, visto l’incerto scenario politico ed economico del Paese, riteniamo sia utile detenere soltanto titoli di breve termine”, dice invece Andrea Cattapan, analista finanziario di Consultique Sim.

La riduzione della durata dei titoli in portafoglio è scelta obbligata per fronteggiare i rischi anche per Carlo Gentili, amministratore delegato di Nextam Partners.

Non solo però Btp, perché dopo di essi, ‘orientamento punta alle obbligazioni societarie per Massimo De Palma, responsabile asset management del gruppo elvetico Swiss&Global, una società che spinge fino al 32% la percentuale dei bond societari, che preferisce le obbligazioni societarie rispetto ai titoli governativi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il