BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Euro, dollaro: previsioni valore valute luglio-agosto-settembre 2013

Torna a volare il dollaro: le previsioni



Gli esperti lo annunciano da tempo e a confermare il ritorno del dollaro come migliore valuta sono le analisi degli andamento dei mercati. Secondo quanto riportato da CorrierEconomia, a metà della settimana scorsa il dollaro ha toccato i massimi degli ultimi tre anni su yen e valute emergenti, ma secondo Daniele Guidi, responsabile delle gestioni obbligazionarie di Bnp Paribas Ip, “Il percorso di rafforzamento del dollaro, che è spinto dalla forza delle ripresa economica degli Stati Uniti e dai primi segnali di aumento dei tassi di interesse sui Treasury a dieci anni, sarà un tragitto soggetto a variazioni imprevedibili e a molta volatilità”.

Ma gli economisti valutari della banca francese Société Générale ipotizzano un cambio di 1,25 a 3 mesi, 1,20 a fine 2013 e 1,22 al termine del primo trimestre 2014; gli americani di Morgan Stanley prevedono una parità di 1,26 per fine anno e di 1,24 a fine marzo 2014; e solo Goldman Sachs continua a immaginare uno scenario di euro forte, con un livello di equilibrio con il dollaro di 1,37 a fine 2013 e addirittura di 1,40 a metà 2014.

Ma, sempre secondo quanto riportato da CorrierEconomia, sono le attività finanziarie denominate in dollari che continuano ad attrarre l’interesse degli investitori e l’unico ostacolo a questo scenario rialzista, secondo lo strategist Andrew Garthwaite, potrebbe essere la convenienza relativa delle obbligazioni. Solo se il rendimento del Treasury a dieci anni, che ha raggiunto attualmente una cedola del 2,4%, dovesse salire fino al 3,25% ci sarebbero ripercussioni negative per il mercato azionario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il