BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti online: gli utilizzi, costi e condizioni 2013

Crescono gli italiani che scelgono conti online: quanto permettono di risparmiare?



Se i costi per mantenere conti correnti tradizionali salgono, meglio, dunque, orientarsi sui conti online che non prevedendo le stesse spese di quelli tradizionali, perché non prevedono la possibilità di alcune operazioni direttamente allo sportello, possono offrire possibilità per risparmiare.

Attualmente, infatti, la spesa media annua di gestione per un conto corrente tradizionale può arrivare a toccare anche i 180 euro, perché sono notevolmente saliti i costi relativi ad alcune operazioni, come quella per i bonifici, per cui ora si pagano addirittura 8 euro, mentre i costi online permettono di abbattere i costi, fino ad arrivare a spendere nemmeno 5 euro l’anno. 

Per esempio, effettuare bonifici online consente di risparmiare tra il 40 e il 60%: e alcune banche online rimborsano anche l’imposta di bollo sui conti correnti.

Secondo dati recenti di un'analisi condotta da ING Direct, gli italiani che scelgono conti online sono in aumento del 7%, anche se ancora al di sotto della media rispetto agli altri Paesi d’Europa.

Secondo ING Direct, le persone che fanno regolare uso del mobile banking sarebbero il 23% del totale della clientela bancaria, con un aumento che per i prossimi sei mesi si stima del 7%.

Con l’uso di un conto online, inoltre, il 56% del campione intervistato dichiara di andare meno in rosso grazie al mobile banking, e il 40% sostiene di aver migliorato la propria capacità di risparmio.

Per i clienti che dispongono di uno smartphone, le banche più innovative mettono a disposizione delle applicazioni (App) per il Mobile banking. Le App possono essere scaricate dall’App Store se si ha un iPhone e da Google Play per gli smartphone Android. Per esempio, l’app mobile di Banca Fineco, cioè Fineco App, è stata considerata la  Migliore Application della categoria Finance a gennaio 2013, vincendo il Premio WWW Il Sole 24 Ore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il