BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sistri: novità e modifiche importanti Governo Letta. Anche cancellazione definitiva

Modifiche al Sistri? Cosa potrebbe cambiare



Il Sistri 2013-2014, sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti, che ha il compito di controllo attraverso una informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per gli impianti di recupero e smaltimento, l’eliminazione degli adempimenti cartacei e la realizzazione di un sistema telematico per la gestione e la rilevazione dei dati, dovrebbe essere operativo dal prossimo  dal primo ottobre per i produttori di rifiuti speciali con più di 10 dipendenti.

Per tutte le altre imprese, ad eccezione del caso sopra citato, l'avvio del sistema dovrebbe essere fissato invece per il 3 marzo 2014. Ma ora il Sistri potrebbe essere abolito definitivamente.

Ad annunciarlo il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato. Il ministro ha infatti detto: “stiamo studiando l'eliminazione del Sistri per i rifiuti che non sono pericolosi; la porteremo a casa presto. In questo caso l'Italia ha scelto di adottare norme più gravose rispetto ai vincoli europei, in maniera illogica”.

Ma le critiche al Sistri da parte del ministro dello Sviluppo economico erano già state espresse lo scorso anno, quando aveva definito il sistema “un caso emblematico di ingiustificato aggravio per gli operatori”.

A partire dal primo ottobre 2013, il Sistri entrerà in vigore per le aziende che producono rifiuti pericolosi e contano più 10 dipendenti e per le imprese di trasporto, trattamento e commercio di rifiuti, la fase che riguarda invece le aziende che producono rifiuti non pericolosi dovrebbe scattare a marzo 2014, ma l’esclusione dal Sistri di queste aziende semplificherebbe le cose.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il