Pensioni anzianità e vecchiaia: cosa aspettarsi prima della pausa estiva dal governo Letta

Nessuna modifica alle pensioni prima dell’estate: gli impegni del governo



Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha ribadito l’intenzione del governo di non voler mettere mano alla riforma dell’ex ministro Fornero sulle pensioni, nonostante i vari annunci degli ultimi mesi di cambiamento e modifiche, e gli iter di lavoro di governo effettivamente governo l’impossibilità di modificare il piano pensioni entro settembre, ma entro la fine dell’anno in generale.

Nonostante siano state diverse le situazioni in cui lo stesso ministro Giovannini aveva assicurato cambiamenti per mettere al risposo prima alcune categorie di lavoratori e cercare una soluzione all’allarmante questione esodati, oggi sembra che nulla si muoverà, come del resto pronosticato da molti già alcune settimane fa, considerando anche il fatto che in Parlamento non è in calendario alcune discussione in merito.

Prima, infatti, della pausa estiva, saranno discussi i primi interventi urgenti per la promozione dell’occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, e sull’Imu; l’abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e la democraticità dei partiti e disciplina della contribuzione volontaria e della contribuzione indiretta in loro favore; nonché misure di contrasto all’omofobia. In discussione fino al 9 agosto anche misure urgenti per il rilancio dell’economia.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il