BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie oggi. Governo Letta: Niente riforma, ma salvati altri 30mila esodati

No a nuovo piano pensioni ma nuovi salvaguardati tra esodati. La situazione



E’ stato il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ad annunciare proprio qualche giorno fa che non vi sarà alcuna nuova riforma pensionistica. Il ministro ha ribadito l’assoluta convinzione del governo di non stravolgere l’impianto della legge Fornero, smentendo, dunque, le sue stesse parole, quando aveva rimandato a dopo l’estate le novità nel comparto welfare, parlando di settembre come il mese in cui sarebbe potuto arrivare il nuovo piano pensioni volto, tra l’altro, alla risoluzione della questione esodati.

Se, tuttavia, non vi sarà alcuna modifica per le pensioni, lo stesso ministro ha garantito un possibile un allargamento della platea degli esodati di 20-30mila unità, rimasti fuori dai dalle salvaguardie dei decreti del governo Monti.

Al momento, sono 130.130 i salvaguardati secondo quanto previsto dai tre decreti dell’ex governo Monti, ma di questa platea una larghissima parte deve ancora effettivamente ricevere la pensione.

Aggiungere 20, 20 persone ai primi 130mila tutelati contribuirebbe ad aiutare ad arginare il problema, ma non a risolverlo del tutto, giacchè, secondo i calcoli di Inps e Ragioneria dello Stato, si parla di circa 300mila esodati, un numero che, tuttora, le tutele di Stato avanzate non riescono a coprire neanche per la metà. Tra circa un mese sapremo, dunque, se un altro gruppo di esodati potrà avviare le procedure per ricevere la pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il