BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui seconda casa: mercato in ripresa. Le offerte di Agosto

Cresce il mercato delle seconde case: la tendenza



Mentre riuscire ad ottenere un mutuo oggi sembra ancora un’impresa difficile per le garanzie richieste dalle banche e lo spread, elevato, da esse applicate, qualcosa sembra invece muoversi sul mercato immobiliare delle seconde case. Secondo i dati di una recente indagine effettuata da Mutui.it, in collaborazione con Facile.it, il mercato immobiliare delle case vacanze e i mutui per la seconda casa hanno registrato in un solo anno un incremento dal 4% al 6%.

Tendenza che si concretizza nella volontà di investire, e non indirizzata verso abitazioni di lusso. Il mutuo per l’acquisto della seconda casa non si distingue dal punto di vista del credito dal mutuo acquisto prima casa e viene spesso offerto dalle banche agli stessi tassi di interesse.

In questo caso il mutuo viene richiesto per acquistare un’abitazione destinata ad essere la casa delle vacanze, ovvero un’abitazione acquistata per essere messa a reddito, attraverso la locazione o l’affitto. Si tratta quindi di un immobile dove il mutuatario e la sua famiglia non dimorano abitualmente e non hanno la residenza.

Secondo Lorenzo Bacca, responsabile business unit mutui dell’azienda, questo trend dipende essenzialmente da due fattori, il primo è la riduzione del prezzo di vendita delle case che incentiva chi ha qualche risparmio ad investire, il secondo è che una piccola percentuale di italiani non ha nessun problema nell’ottenimento del mutuo e decide di acquistare la seconda casa, considerando che per l’acquisto di seconde case si parla di persone che dispongono di liquidità.

Secondo l’analisi, inoltre, i finanziamenti richiesti scendono di importo rispetto al 2012, si richiedono infatti al massimo 125 mila euro, un calo del 10%, ma scende anche l’importo realmente erogato dalle banche che è al più pari a 98 mila euro.

Tra le migliori offerte attualmente disponibili per agosto 2013, troviamo quelle di Mutuo Pratico a Tasso Variabile di Deutsche Bank, che prevede il pagamento di una rata mensile di 473,07 euro; di Mutuo arancio Variabile di Ing Direct; e di Mutuo variabile di Bnl- Gruppo Bnp Paribas.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il