BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Agosto 2013: i migliori a tasso variabile

I migliori mutui di agosto 2013: i vantaggi del tasso variabile



Mentre cresce il mercato immobiliare delle seconde case, secondo una recente ricerca condotta da Mutuionline.it, anche le richieste di finanziamento per acquisto della prima casa in quest’ultimo periodo sarebbero state pari al 72% del totale, in incremento rispetto agli ultimi sei mesi del 2012, quando il dato si era fermato intorno al 70% del totale.

Secondo la ricerca, inoltre, a fine anno la cifra erogata per i mutui dovrebbe toccare i 28,2 miliardi di euro, in aumento dell’8% sul minimo storico di 26,2 miliardi del 2012.

Lo scorso anno, infatti, il mercato immobiliare ha subito una profonda frenata, con un tonfo delle compravendite che si sono fermate a 448 mila, il peggior risultato dal 1985, fotografia non solo delle difficoltà delle famiglie per la crisi economica, ma della sofferenza dell’intero settore immobiliare.

Per decidere se preferire un mutuo a tasso fisso o variabile, bisognerebbe innanzitutto valutare di che cifra si ha bisogno e in quanto tempo la si vuole rifondere.

Il tasso variabile, infatti, che in questo momento oscilla tra il 3e il 5%, ma la differenza di due punti percentuali determina una differenza di circa 150-180 euro al mese di spese in più, risente particolarmente delle oscillazioni del tasso Euribor (l’interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee) che cresce all’aumentare dell’inflazione.

Al momento l’Euribor è di pochi punti percentuali, ma la tanto auspicata ripresa economica potrebbe farlo tornare intorno al 2-2,5%. Per quanto riguarda i mutui a tasso variabile, i tassi delle offerte con durata da 20 a 40 anni passano da 2,97% a 2,98%, mentre, rispetto al mese precedente, si riscontra una variazione al ribasso un pò più consistente (-0,14%) per le offerte con durata 10 e 15 anni.

Tra le migliori offerte di mutui a tassi variabile di questo mese di agosto 2013, spiccano quelle di Webank.it, che prevede attivazione, gestione e perizia e polizza casa gratuite, e il pagamento di una rata mensile di 713,66 euro; quella di Bnl- Gruppo Bnp Paribas, che prevede il pagamento di una rata mensile di 713,50 euro; e quella di Ing Direct che prevede una rata mensile di 716,01 euro.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il