BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie oggi aggiornate Governo Letta: c'è una sorpresa dell'ultima ora

Cosa potrebbe cambiare con le pensioni con soluzione questione Quota 96?



Se è vero che per settembre non arriverà alcuna modifica al piano pensioni attuale, nonostante le ipotesi allo studio da tempo, a partire da quella ‘flessibile’ di Cesare Damiano, è altrettanto vero che potrebbe arrivare una sorpresa, dopo le ferie in Parlamento, per le pensioni della scuola quota 96, per quei lavoratori cioè che, nonostante il compimento di 61 anni d'età e il raggiungimento di 35 anni di contributi, non sono andati in pensione a causa dell'introduzione della riforma Fornero che non ha tenuto conto della specificità del comparto scuola e del suo calendario, che, secondo indiscrezioni, dovrebbero essere approvate nel cosiddetto decreto scuola e se così fosse, la riforma delle pensioni di quota 96 aprirebbe nuove possibilità per una riforma delle pensioni globale per tutti, non solo per il settore scuola e quota 96.

Il nodo da sciogliere resta sempre quello di trovare la copertura economica adeguata. Intanto, la novità attuale riguarda la possibilità di totalizzazione retributiva che sostituirà la ricongiunzione onerosa e che prevede che per ‘ricongiungere’ i contributi versati in varie gestioni ed assicurarsi il diritto a una pensione è necessario presentare una domanda all’ultimo ente previdenziale di iscrizione.

Questo quanto stabilito dall’Inps. La domanda deve essere presentata dall’interessato o da un erede, in caso di reversibilità.

Secondo quanto chiarito da una circolare Inps, il nuovo istituto del cumulo dei periodi assicurativi si può ottenere presentando domanda del lavoratore o suo avente causa all’ultimo ente gestore della forma assicurativa cui è stato iscritto. Possono presentare domanda ‘quanti hanno fatto domanda fra il primo luglio e l’entrata in vigore della legge Stabilità, primo gennaio 2013’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il