BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: tassi interesse più bassi ancora ad Agosto 2013. Confronto migliori rendimenti

Come cambiano i conti deposito e migliori offerte attuali



Diminuiscono i tassi di interesse dei conti deposito rispetto alle offerte delle banche nel 2012, quando i rendimenti del 4% lordo annuo erano la normalità. Ora i tassi sono scesi a circa il 3%, ma il conto deposito rimane comunque il migliore prodotto per il risparmio gestito per gli italiani.

Resta, comunque, il fatto che i tassi di interesse sono sempre superiori a quelli dei conti correnti e tali da garantire non solo protezione dalla perdita di valore causata dall'inflazione, ma anche un rendimento positivo; inoltre, i conti deposito hanno spese molto contenute in quanto la loro gestione presso la banca di riferimento è totalmente gratuita e gli unici costi sono quelli fiscali.

Tra i conti deposito più convenienti di questo mese di agosto 2013, troviamo Conto Deposito Che Banca!, che ha un tasso lordo del 3,50% (netto 2,80%) a 6 mesi, senza spese extra ma con l’imposta di bollo di 15 euro a carico del cliente.

A seguire c’è il Conto deposito InMediolanum, di Banca Mediolanum, che offre un tasso d’interesse annuo lordo del 2,80% per i vincoli a 12 mesi (netto 2,24%); è a zero spese e permette di anticipare gli interessi ogni 3 mesi. Questo conto prevede, inoltre, il pagamento dell’imposta di bollo di 30 euro e non occorre l’apertura di un conto corrente associato.

C’è poi il conto Time Deposit Web di BBC FOR WEB, che non prevede alcuna spesa e l’imposta di bollo è a carico della banca. Il tasso d’interesse lordo annuo è del 2,90% (netto 2,32%), ed è consentita l’estinzione anticipata del vincolo con perdita degli interessi maturati.

Altra proposta conveniente è quella di CashPark Vincolato di Fineco, che prevede un tasso del 2,00% lordo a 12 mesi (netto 1,60%), il pagamento dell’imposta di bollo di 34,20 euro all’anno; l’apertura di un conto corrente associato e l’estinzione anticipata con perdita degli interessi maturati al tasso base dell’1%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il