BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto D'Alia statali: novità e misure in discussione Notizie aggiornate

Al rientro dalle ferie sul tavolo del consiglio dei ministri le soluzioni del ministro per diminuire il precariato negli uffici pubblici.



Il ministro della Pa e della Semplificazione Gianpiero D’Alia è in prima linea, dopo la proroga dei contratti in scadenza fino a fine anno, per mettere a punto una seria di nuove disposizioni urgenti che riescano ad alleggerire la situazione del precariato negli uffici pubblici; un obiettivo indicato come prioritario anche del premier Enrico Letta.

Tra le misure urgenti punto focale sarà la possibilità per le amministrazioni di effettuare concorsi con riserva di posti (massimo il 50%) per chi, alla data di pubblicazione del bando, abbia maturato almeno tre anni di contratti a termine negli ultimi cinque, un’ipotesi estendibile anche ai contratti di collaborazione coordinata e continuativa e ai contratti di somministrazione lavoro.

Il decreto D’Alia, più in generale, prevede una serie di soluzioni che si pongono l’obiettivo di reperire le giuste risorse finanziarie utili a sovvenzionare i contratti tali da essere rinnovati a cadenza annuale e delle linee di intervento per migliorare ulteriormente la situazione scolastica.

Per far tutto ciò si sta preparando il taglio di 200mila dipendenti statali per reperire i fondi per i rinnovi contrattuali. Un taglio che riguarderebbe i dipendenti con più di 57 anni, quelli per intenderci rimasti al lavoro dopo la riforma Fornero, ma che consisterebbe più che altro in una richiesta di proposta di prepensionamento su base volontaria.

In questa “operazione” potrebbero rientrare anche i pensionandi della “Quota 96” del comparto scuola, ma per avere delle certezze a riguardo bisognerà aspettare fino a settembre, quando i ministri e il governo avranno preso visione delle relazioni dei tecnici ministeriali approntate fino ad oggi e avranno consultato anche le parti sociali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il