BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne: modifiche difficili, ma fondi disponibili se non viene tolta IMU

Damiano insiste sulle risorse dell'imposta sugli immobili per finanziare le modifiche al sistema previdenziale.



C’è forte disparità tra uomini e donne nel sistema previdenziale del nostro paese. In Italia infatti le donne percepiscono pensioni inferiori del 65,6% rispetto a quelle degli uomini, con una media mensile di 8.732 euro contro i 14.460 euro degli uomini.

I dati, provenienti dall’analisi Inps-Istat “Trattamenti pensionistici e beneficiari: un’analisi di genere” presentata il 2 agosto scorso, dicono che oltre la metà delle pensionate ha un assegno da meno di 1.000 euro al mese e che, complessivamente, il 56,1% dei 266 miliardi di euro erogati in trattamenti pensionistici dall’Inps è destinato agli uomini, che rappresentano però il 47,1% degli interi pensionati italiani.

Ora il governo Letta è al lavoro per cercare di limare questa differenza e un appoggio importante in tal senso potrebbe arrivare dalla non eliminazione dell’IMU. Sul tema, in particolare, si è pronunciato il presidente della commissione lavoro della Camera, Cesare Damiano (Pd) in una nota all’Asca. “Vorrei fare una domanda – ha dichiarato Damiano – se si consumano 4 miliardi di euro per togliere l'IMU a tutti, indipendentemente dal reddito come chiede il centrodestra, resteranno risorse sufficienti per rifinanziare la cassa integrazione in deroga nel 2013 e per correggere la riforma delle pensioni?”


Per poi aggiungere che “il discorso di insediamento del Premier Enrico Letta lo conosciamo tutti. Non solo non c'è traccia della promessa di cancellazione totale dell'IMU sulla prima casa ma, accanto alle priorità a senso unico su cui insiste il centrodestra, esiste invece un preciso impegno alla correzione del sistema pensionistico: per risolvere il problema dei lavoratori rimasti senza reddito a causa della riforma Fornero, i cosiddetti esodati e per introdurre un criterio di flessibilità nel sistema previdenziale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il