BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013 e ipotesi Governo Letta aggiornate prima casa, seconda casa, terreni agricoli, aziende

Come potrebbe cambiare l’Imu? Le possibili ipotesi



“Le risorse per cancellare l'Imu sulla prima casa non sono sufficienti ad esentare anche le abitazioni di lusso”, secondo il viceministro all'Economia, Stefano Fassina.

“Vorrei che il Pdl prestasse attenzione non solo verso chi ha appartamenti di 400 metri quadrati ma verso chi rischia di non vedere rifinanziata la Cig in deroga”. E intanto, mentre si studiano le modifiche al vaglio, da presentare entro fine mese, nonostante gli scettici, il premier Enrico Letta assicura: “Sull'Imu non c'è nessun rinvio perché c'è una data, il 31 agosto e la scadenza del 16 settembre”.

Secondo il ministro degli Affari regionali Graziano Delrio “Io sono per una service tax che esenti il 70% degli italiani e che venga pagata dai più abbienti”. Secondo l'ex presidente Anci la nuova tassa che integrerà la Tares, “costerà meno dell'abbonamento alle tv private e dovrebbe andare a regime nel 2014. Ma una decisione è prematura e servirà un approfondimento nella legge di stabilità”.

Secondo Delrio, nel 2013, l'Imu dovrebbe tornare ai Comuni e la decisione su questo punto “dovrà essere presa rapidamente. Il Paese non può permettersi in questo momento di buttare 1,5 miliardi di euro”, ha spiegato il ministro riferendosi a chi chiede l'abolizione totale dell'imposta sulla prima casa. E ritiene che “I cittadini facoltosi possano permettersi di pagare 400 euro l'anno, è meno di un abbonamento a una tv privata”.

E sui criteri per esentare il 70% degli italiani, dal reddito, al numero dei figli, alla grandezza dell'abitazione, Delrio ha annunciato che i criteri non sono stati ancora definiti, spiegando, però, che con la service tax “cercheremo di fare una tassa molto equa, che magari tenda a separare la questione dei rifiuti da quella della tassa immobiliare.

Cercheremo di fare in modo che ci siano due componenti, una per chi è proprietario e una per gli affittuari, per coloro cioè che usufruiscono dei servizi”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il