BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013: ipotesi Governo Letta. Novità e ultime notizie aggiornate

Le ipotesi allo studio per modificare l’Imu: oggi le decisioni



Oggi il giorno decisivo: tutto pronto perché nel Consiglio dei ministri di oggi si discuta di riforma Imu con lo studio di ogni proposta. E mentre il Pdl continua a battere la strada dell’abolizione totale dell’imposta, senza distinzioni di reddito o di fascia abitativa, il Partito democratico ribadisce che l’esenzione non deve valere per tutti, ma solo per una parte di contribuenti.

Lo stesso presidente del Consiglio, Enrico Letta, nei mesi scorsi, non ha mai parlato di abolizione totale, cercando di avviare una discussione verso un più vasto discorso riguardante il comparto fiscale immobiliare nella sua interezza.

Al vaglio comunque abolizione totale dell’Imu sulle prime abitazioni, ad eccezione di quelle di lusso; riduzione dell'Imu sulla prima casa e sugli immobili strumentali delle aziende, come capannoni, negozi e terreni;  rimodulazione dell’imposta sulla prima casa per ridurre il prelievo sui redditi medio-bassi; aumento della franchigia da 200 a 500-600 euro, esentando così dal pagamento oltre l'80% dei contribuenti; o una service tax che comprenderebbe Tares ed Imu insieme.

Questa nuova service tax che comprenderebbe anche la Tares dovrebbe essere versata anche dagli inquilini, con alcuni correttivi in base al reddito e al nucleo familiare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il