BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito: le banche più a rischio. Attenzione ai rendimenti troppo elevati

Investire in conti deposito: convenienza, rendimenti e rischi



Sono molti gli italiani che considerano i conti deposito come uno dei prodotti migliori cui affidarsi per proteggere la propria liquidità, perché sicuri e capaci di garantire buoni rendimenti, nonostante dal primo gennaio 2013 siano soggetti all'imposta di bollo che è salita, passando dallo 0,10% allo 0,15% annuo sulle somme depositate, con un minimo di 34,2 euro e senza alcun tetto massimo.

E per soddisfare le esigenze di quanti li preferiscono come strumento di investimento, sono diverse le offerte attualmente convenienti di conti deposito per il mese di agosto 2013, tra le migliori quelle di Conto Deposito Top di B. P. Spoleto che, senza vincoli di durata, offre un rendimento del 3%, e del Deposito Sicuro di Banca Marche che offre, invece, il 2,75%; o quelle di Contosuibl Vincolato di Ibl Banca che offre, per un vincolo a tre mesi, un rendimento del 2,75%, di Conto Deposito di Che Banca! e di Conto Deposito della Bcc Cagliari che offrono, su vincoli a sei mesi, rispettivamente il 3,50% e il 3,25%.

Se, dunque, i rendimenti sembrano allettanti, occorre fare attenzione agli eventuali rischi che investire in questo prodotto potrebbe comportare.

Per esempio, alcuni istituti di credito, come Banca Marche o Mps, soprattutto dopo lo scoppio dello scandalo derivati di Mps, l’istituto cerca di fronteggiare il ritiro di denaro da parte dei clienti più allarmati, offrendo rendimenti attraenti sui conti deposito, mentre Banca Marche dietro una forte promozione di conti deposito, nasconde la necessità di raccogliere denaro per colmare il buco da 527 milioni che ha.

E, infatti, come anche riportato dal Sole 24 Ore, in una lettera inviata a fine luglio ai direttori di filiale, i vertici di Banca Marche hanno comunicato la crescita della raccolta netta di oltre un miliardo da giugno 2012 a giugno 2013, conseguita perlopiù con i conti deposito.

A fine 2012 con la raccolta totale da clientela in netta diminuzione risultavano attivi circa 33mila depositi vincolati ‘Risparmio Mio’, con volumi pari a oltre 1 miliardo di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il