Mutui: agevolazioni con Decreto Letta. Giovani coppie e non solo

Novità mutui e affitti: cosa cambia nel mercato immobiliare con nuovo decreto



Non solo abolizione Imu 2013 sulle prime case e via libera alla nuova Service Tax dal prossimo 2014: il nuovo decreto approvato dal governo mercoledì scorso prevede anche misure e agevolazioni mutui pensate le giovani coppie e i lavoratori atipici.

Il governo ha infatti annunciato 4,4 miliardi per ridare ossigeno al settore immobiliare, con mutui ridotti del 50%, affitti bloccati dalle tasse, compravendite in caduta libera. Il piano casa punta ad aiutare le famiglie per accedere a una casa, di proprietà o in affitto che sia, e a fornire sostegno ai costruttori e ai proprietari messi in ginocchio dalla crisi.

Due miliardi sono a disposizione del sistema bancario per favorire la concessione dei mutui. Il tutto attraverso l’erogazione di obbligazioni garantite da parte della Cassa depositi e prestiti. Due miliardi, poi, servono a finanziare l’housing sociale e altri 40 milioni saranno destinati al fondo di solidarietà per le famiglie che fanno fatica a pagare la rata del mutuo (indicatore Isee sotto i 30 mila euro) e che potranno sospendere le rate fino a 18 mesi.

Il fondo, gestito dalla Consap, rimborserà alle banche gli oneri finanziari corrispondenti alla quota di interessi delle rate sospese. Ma le misure a sostegno del mondo immobiliare non finiscono qui, perché ad essere sostenuto sarà anche il mercato degli affitti (-30% dei contratti nel 2012).

Saranno, infatti, stanziati 60 milioni che confluiranno nel fondo per l’affitto dei Comuni, indirizzato a quelle famiglie che, pur avendo i requisiti per la casa popolare, non riescono a ottenerla; l’aliquota della cedolare secca, la tassa per i contratti a canone concordato, passa poi dal 19 al 15%; sarà cancellata l’Imu sulle case invendute; e infine prorogata di tre anni l’attuazione dei programmi di edilizia residenziale con l’imposta di registro ridotta all’1% invece dell’8%. 

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il