Imu 2013: prima casa cancellata come terreni agricoli.ma nuove tasse da questa settimana

Imu cancellata ma Irpef al rialzo e nuove tasse: cosa dovranno aspettarsi gli italiani?



Il Decreto Letta approvato lo scorso 29 agosto ha cancellato il pagamento dell’Imu 2013 per le prime abitazioni e i terreni agricoli. Ma, se da una parte la cancellazione dell’Imu 2013 ha fatto tirare un sospiro di sollievo a molti cittadini italiani, dall’altro rischia di far aumentare i carichi fiscali dei cittadini italiani già pesanti.

E si apre una settimana cruciale che disegnerà i quadri delle nuove tasse locali che penderanno come una spada di Damocle sugli italiani. Notizie non certo positive che arrivano in un momento tragico per il nostro Paese dal punto di vista fiscale ed economico.

Ma non solo: molte città hanno, infatti, già stabilito rialzi dell’Irpef, che si accompagnerà all’aumento già previsto delle bollette elettriche.

Secondo le stime, infatti, starebbe per abbattersi una stangata da 300 milioni sulla bolletta elettrica degli italiani, che diventeranno 40 miliardi nei prossimi 20 anni, provvedimento che serve a fornire le coperture richieste dall’abolizione dell’Imu.

I 300 milioni di quest’anno vengono prelevati dai conti bancari di gestione riferiti alle diverse componenti tariffarie intestati alla cassa conguaglio del settore elettrico.

Sono poi diversi i Comuni italiani che ritoccheranno al massimo le aliquote sulle seconde case e l’Irpef per far quadrare i conti 2013 e compensare il mancato gettito derivante dalle entrate del pagamento della prima rata Imu 2013 delle prime case.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il