BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità: Governo Letta. Ad Ottobre mese decisivo per i cambiamenti

Modifiche pensioni forse ad ottobre con nuova legge Stabilità? Ultime notizie



Slittate prima ad agosto e poi a settembre, le modifiche all’attuale sistema pensionistico, che ha creato non pochi problemi a causa di errori di valutazione dell’ex ministro Fornero, come la questione esodati e quella dei Quota 96, potrebbero arrivare ad ottobre, quando sarà il tempo della nuova legge di Stabilità.

Fino ad allora solo parole e promesse che al momento, però, non sono servite a cambiare nulla. Sono, infatti, ancora migliaia e migliaia gli esodati che rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensioni, in condizione critica, dunque; tantissimi coloro che appartengono alla cosiddetta Quota 96 della scuola e che sono stati bloccati nella loro uscita dal lavoro proprio a causa delle attuali norme pensionistiche che non tengono conto della specificità del comparto scolastico.

E mancano le regole ad hoc per i lavoratori precoci ed usuranti, senza considerare l’ipotesi di uscita flessibile dal lavoro, avanzata da Cesare Damiano del Pd, e le novità che potrebbero riguardare esclusivamente le donne. Tutto, dunque, ancora da definire nel dettaglio.

A partire dalla possibilità di uscire dal lavoro prima a fronte di penalizzazioni. Il lavoratore potrebbe infatti lasciare il lavoro a 62 anni, con 35 anni di contributi ma con penalizzazioni graduali, secondo lo schema proposto da Cesare Damiano del Partito Democratico, per una riforma che si basi su un sistema più flessibile e che dia al lavoratore la possibilità di andare in pensione a 62 con 35 anni di contributi e con penalizzazioni per ogni anno di anticipo in cui si va in pensione: bisognerebbe accettare, infatti, una riduzione del 2% dell'importo.

Come per le penalizzazioni, questo piano prevede anche incentivi della stessa misura 2% per ogni anno di ritardo in cui si lascia il lavoro, fino alla soglia dei 70 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il