Imu 2013: chi, come e quando deve pagare seconda rata per seconda casa, box, terreni, capannoni

Come pagare l’Imu e chi vi dovrà adempiere



Proprietari di prime case e terreni agricoli esentati dal pagamento dell'Imu 2013 ma i cittadini che hanno una casa di lusso, cioè immobili di categoria catastale A/1 (abitazioni signorili), A/8 (ville) e A/9 (dimore storiche), dovranno pagarla.

La data di scadenza è il 16 settembre ma potranno comunque usufruire delle detrazioni previste dalla normativa Imu che ammontano a 200 euro per immobile cui vanno sommate 50 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni.

Chiamati al pagamento del 16 settembre anche i proprietari di seconde e terze case, che probabilmente saranno sottoposti ad aliquote rialzate al massimo dai Comuni, e i proprietari di capannoni, negozi e di fabbricati industriali.

E, mentre per  i proprietari di seconde e terze case, è sparita la stangata sull’Irpef per le abitazioni sfitte ed è diminuita dal 19 al 15% la cedolare secca di tassazione per le seconde case affittate, i capannoni e i fabbricati industriali hanno perso la possibilità di dedurre l’Imu del 50%, misura inizialmente prevista ma sparita nella versione definitiva del decreto.

Per saldare la tassa sugli immobili si può usare il modello F24, tramite il servizio di home banking fornito dalla propria banca; il servizio F24 Web sul sito dell'Agenzia delle Entrate; o tramite un intermediario abilitato, come ad esempio il Caf; o, infine, si può pagare tramite bollettino postale.

Il 30 settembre 2013 poi è il termine ultimo per i Comuni per approvare i bilanci e quindi le nuove aliquote Imu. Infine l’ultimo appuntamento dell’anno è il 16 dicembre 2013, quando si dovrà pagare il saldo Imu.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il