BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Scuola 2013: chi, quando e come assunto tra precari e nuovi concorsi insegnati

69 mila docenti assunti nel prossimo triennio: le misure del nuovo decreto Scuola



Eliminazione del bonus maturità per accedere all'università, borse di studio, connessioni internet senza fili, meno libri di testo , più dispense ed e-book di testo.

E, soprattutto, un piano per riassorbire migliaia di precari. Ieri il governo ha varato il nuovo Decreto Scuola, che prevede una pacchetto di misure per un valore di 400 milioni di euro.

Il decreto prevede per i prossimi 3 anni assunzioni per 85 mila fra docenti, 69 mila, e personale ausiliario, 16 mila; e la possibilità di assumere, rispetto al passato, su ogni posto libero dell’organico di diritto e per intero e non solamente  sui posti lasciati liberi dai pensionati e parzialmente.

Secondo le prime stime ufficiose dovrebbero essere circa 69 mila i docenti assunti nel primo triennio. Obiettivo della misura è assicurare la continuità del servizio, andando a ridimensionare il precariato, piaga del nostro sistema lavoro.

Il piano mira, infatti, a coprire il turn-over e tutti i posti liberi e disponibili, pari, dal 2014 al 2016, a circa 42 mila posti; inoltre, verranno stabilizzati, nell’arco di tre anni, circa 27 mila docenti sul sostegno, trasformando in organico di diritto i posti attualmente coperti con supplenti.

Il Dl prevede anche la soluzione della questione legata al funzionamento delle scuole mediante il personale Ata. Dal primo gennaio cominceranno le assunzioni, fermate ad agosto per il veto del Mef in attesa di sciogliere il nodo legato ai docenti inidonei.

Particolare attenzione viene riservata agli insegnanti di sostegno, cui spetteranno 26mila nuove immissioni in ruolo nei prossimi tre anni.

Tra le altre novità del decreto, interventi sull’edilizia e il dimensionamento scolastico, con 15 milioni di euro per la connettività wireless delle aule; provvedimenti sul carolibri, borse di studio, abolizione del bonus maturità ed estensione del permesso di soggiorno per periodi di studio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il