BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Letta: aumento età uscita lavoro per alcune categorie

Nuove categorie in uscita più tardi da lavoro con attuale sistema pensioni: quali sono ed età



Sportivi, cantanti, attori, ballerini e marittimi in pensione più tardi con il nuovo sistema pensionistico.

Palazzo Chigi ha diramato un comunicato stampa in merito all’armonizzazione del sistema previdenziale per categorie come quella dei lavoratori marittimi, gli sportivi professionisti e lavoratori dello spettacolo, per le quali la particolarità dell’attività svolta richiede una declinazione specifica dei requisiti pensionistici generali e, in particolare, di quelli anagrafici e contributivi.

Nel comunicato si legge ‘Si tratta di un limitato incremento dei requisiti anagrafici e contributivi al fine di realizzare un sistema più coerente, armonico ed equo, proprio tenendo conto della specificità delle prestazioni lavorative svolte in questi settori.

Infatti, anche dopo l’applicazione del decreto, queste categorie di lavoratori beneficeranno di requisiti di età e di contribuzione per il pensionamento significativamente inferiori a quelle tipiche della generalità dei lavoratori’.

Coinvolti tutti quei lavoratori iscritti all’ex Inpdap ed ex Enpals, che dovranno accedere alla pensione con i requisiti previsti dall’attuale riforma pensionistica, dal 1 gennaio 2014.

E così i lavoratori marittimi potranno andare in pensione di anzianità a 57 anni e 20 anni di anzianità contributiva dal prossimo anno, per arrivare a 58 anni dal 2018.

Pensione di vecchiaia a 46 anni per ballerini e 64 invece per gli attori, sempre dal 1 gennaio 2014, mentre 61 anni sarà l’età pensionabile richiesta dal prossimo anno per i cantanti uomini, e per donne è fissata a 61 in maniera graduale entro il 2022. Infine  gli atleti iscritti al fondo sportivi professionisti potranno accedere alla pensione a 53 anni, mentre per le atlete ci sarà un aumento graduale nel giro di 9 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il