BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Scuola Letta 2013: bonus maturità, assunzioni insegnanti, libri. Novità e cosa cambia

Cosa cambia per la scuola con il nuovo decreto Scuola: le novità



E’ stato approvato lunedì 9 settembre il nuovo Decreto Scuola, pacchetto di misure che varrà 400 milioni di euro. E che, come definito dal ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, è “un provvedimento importante che fa ripartire la scuola”.

Il decreto prevede la definizione di un piano triennale di immissioni in ruolo di personale docente e Ata per gli anni 2014/2016 e l’immissione in ruolo di 69mila docenti. Il piano terrà conto dei posti vacanti e disponibili in ciascun anno e dei pensionamenti.

Il piano, ogni anno, considererà il turn over generato dai pensionamenti che liberano posti per nuovi inserimenti. E’ prevista l’assunzione di 57 dirigenti tecnici (i cosiddetti ispettori) per il sistema della valutazione vincitori dell’ultimo concorso.

L’intento è quello di rimediare alla buco in organico che è di circa l’80%. Da gennaio 2014, invece, tocca agli ATA la cui assunzione si sblocca. Il provvedimento prevede l'accesso a materiali didattici e contenuti digitali in modo rapido e senza costi per gli studenti italiani e stanzia 15 milioni, spendibili subito, per la connettività wireless nelle scuole secondarie con priorità per quelle di secondo grado; 6 milioni per il 2014 per borse di studio destinate agli studenti iscritti alle Istituzioni dell'Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Il decreto prevede anche la cancellazione del bonus maturità, interventi significativi sull'edilizia scolastica e norme molto importanti sugli insegnanti, a partire dall'ingresso gratuito nei musei.

Previsto poi uno stanziamento complessivo di 8 milioni (2,7 per il 2013 e 5,3 per il 2014) per finanziare l'acquisto da parte delle scuole secondarie, o di reti di scuole, di libri di testo ed e-book da dare in comodato d'uso agli alunni in situazioni economiche disagiate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il