BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Azioni e Borse settembre 2013: si può investire anche in Italia se si supera blocco politico

Puntare sul listino milanese conviene: i consigli degli esperti



Se l’impasse politica italiana dovesse risolversi le azioni del Belpaese potrebbero volare e tornare ad investirci potrebbe significare guadagnare. Secondo quanto riporta CorrierEconomia, infatti, in questo momento i mercati azionari europei e internazionali, come mostrano i dati sulle performance dei fondi pubblicati in tabella, sono orientati all’ottimismo.

“E l’Italia, la cui borsa è piuttosto piccola se considerata su scala continentale, beneficia di questo clima sostanzialmente favorevole all’investimento azionario trainato dai miglioramenti della congiuntura economica europea e dai progressi in materia di stabilità del sistema bancario”, ha spiegato Claudia Vacanti, direttore investimenti di Banca Generali.

Secondo Stefano Ghiro, gestore specializzato sull’azionario Europa e Italia in Allianz Global Investors, “La crisi politica pesa certamente sul listino milanese ma soprattutto impedisce un allineamento delle quotazioni dei titoli italiani ai valori delle società presenti sulle altre borse europee.

Se ci fossero segnali di un chiarimento politico Piazza Affari colmerebbe in poco tempo il gap di valutazioni con le altre borse europee”. Il clima di fiducia e ottimismo si riflette, del resto nei numeri: i migliori fondi azionari specializzati sull’area euro mostrano quasi sempre performance a doppia cifra da inizio anno a oggi e rialzi del 40-50% sull’orizzonte dei tre anni.

Questa situazione di fiducia in Piazza Affari spiega come grandi investitori interpellati da CorrierEconomia puntano sul listino milanese, anche se la crisi politica dovesse precipitare. Sempre secondo Ghiro, “In questa fase non ridurrei le posizioni sul mercato italiano, e anzi ogni debolezza potrebbe diventare una occasione di acquisto”.

Altri esperti osservano che “Un’alternativa per fronteggiare un possibile calo del listino consiste nel puntare sui titoli industriali, ad esempio Fiat, meno sensibili alla congiuntura nazionale e più esposti a quella internazionale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il