BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Letta: è tutta l'Europa in difficoltà non solo Italia

La situazione pensioni in Europa: tutti in crisi come in Italia



Nodi da sciogliere in Italia e modifiche necessarie, ma timori sparsi in tutta Europa: a creare disagi e difficoltà il mondo delle pensioni. Se, infatti, si attendono modifiche per ottobre, con la prossima legge di Stabilità, e nel frattempo sono tantissime le lamentele per il sistema attualmente in vigore, in Francia, nonostante sia stata avanzata una nuova riforma che prevede un innalzamento del periodo di contribuzione necessario per raggiungere la pensione, sono centinaia i cortei di protesta che in questi giorni stanno infuocando tutte le città.

E poco soddisfacente sarebbe la situazione previdenziale degli altri Paesi europei. Allianz in collaborazione con Allianz Global Investors ha condotto un'indagine sulla condizione di post-pensionamento dei cittadini europei, intervistando 1402 persone, tra uomini e donne, provenienti da sette paesi: Austria, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Svizzera e Regno Unito.

Risultati: i cittadini di età compresa tra i 50 e i 54 anni sono risultati i più pessimisti, mentre coloro che hanno un’età tra i 60 e i 70 più ottimisti. Dall’indagine emerge, inoltre, che quasi due terzi degli intervistati sono soddisfatti della propria pianificazione pensionistica, mentre solo l’8% si dichiara insoddisfatto.

Gli intervistati svizzeri sono i più soddisfatti, i meno soddisfatti sono i cittadini francesi e italiani. L’indagine mette, inoltre, in evidenza le diverse modalità di erogazione durante il pensionamento dell’assegno: la metà degli intervistati svizzeri preferisce vitalizi con erogazione mensile o annuale, mentre negli altri paesi questa percentuale scende a un quarto o un terzo degli intervistati a seconda dei casi.

Austriaci e tedeschi preferiscono invece pagamenti in un’unica soluzione una tantum.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il