BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica Ue e Usa: le nuove dichiarazioni di Draghi e svolta su liquidità americana

La situazione economia d’Europa e Usa: cosa sta cambiando



Alcuni analisti qualche giorno fa hanno annunciato la lenta uscita dell'Italia dalla recessione, ma il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto: “La migliore situazione dei mercati finanziari nell'Eurozona non si è ancora tradotta in una ripresa economica generalizzata.

E' una buona notizia la crescita dello 0,3% registrata dal Pil dell'area dell'euro nel secondo trimestre dopo sei trimestri di crescita negativa, ma la ripresa è soltanto agli inizi. L'economia resta fragile.

La disoccupazione è ancora troppo elevata.L'Europa è riuscita a fare notevoli progressi in termini di stabilizzazione dell'area dell'euro, ma c’è ancora da lavorare per trasformare questi progressi in una crescita più alta e maggiore occupazione”.

La priorità di oggi è “rafforzare l'Eurozona attraverso politiche sostenibili, una maggiore competitività e istituzioni comuni più forti”. Dall’altra parte d’Oceano, la notizia che ha mosso di più i mercati è stata la decisione dell'ex segretario al Tesoro, Larry Summers, di ritirarsi dalla corsa alla successione di Ben Bernanke alla guida della Federal Reserve.

La Fed negli ultimi anni ha visto crescere il proprio potere politico, e durante e dopo la crisi, anche grazie ad un Congresso paralizzato, è stato il principale centro decisionale della politica economica americana.

Uno sviluppo determinante per capire quale saranno le mosse future della banca centrale Usa e che spiana la strada a Janet Yellen, favorevole al mantenimento del Quantitative easing, o ad una sua riduzione molto graduale.

Janet Yellen, con i suoi sei anni di Presidenza della Fed di San Francisco e i suoi tre anni come vice di Bernanke, è una donna qualificata ma anche la persona più qualificata per quella posizione.

Secondo il Wall Street Journal, Yellen ha le migliori capacità di previsione economica tra i principali policy maker. La notizia ha avuto l'effetto di far calare i tassi dei treasury americani, indebolire il dollaro e salire.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il