BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borse e azioni Usa: previsioni dopo che decisione Fed di mantenere alta liquidità

Passo indietro della Fed: non interrompe la politica monetaria. Le reazioni dei mercati



La Fed ritratta e annuncia che non sospenderà la sua politica monetaria iper espansiva. Ha, infatti, deciso di mantenere inalterati gli stimoli da 85 miliardi di dollari al mese, sotto forma di acquisto bond e titoli tossici, preoccupata dall'alto livello di disoccupazione, gli addetti ai lavori tirano un sospiro di sollievo e Borse e azioni volano.

Rimandando il taglio cioè degli stimoli, la Fed conta di mantenere una pressione al ribasso sui tassi di interesse di lungo termine, sostenere il mercato dei mutui e contribuire a rendere le condizioni finanziarie generali più accomodanti.

Il presidente Ben Bernanke ha dichiarato: “E' vero che siamo stati troppo ottimisti nella nostre prospettive di crescita e non abbiamo tenuto conto del fatto che il nostro potenziale di crescita ha rallentato temporaneamente. D'altro canto siamo stati più pessimisti del dovuto in termini di disoccupazione che è migliorata oltre le nostre attese sebbene rimanga su livelli troppo elevati”.

E Wall Street vola con il Dow Jones che ha chiuso in rialzo dello 0,95% a quota 15.676,94 punti fissando un nuovo record; l'S&P 500 salio dell'1,22% a 1.725,52 punti, nuovo massimo storico; e il Nasdaq ha registrato un +37,94 punti, l'1,01%, a quota 3.783,64 (i massimi dal luglio 2000).

Il dollaro ha toccato 1,3486 contro l'euro, minimo da sette mesi, mentre i tassi sui titoli di Stato sono crollati di colpo. La Federal Reserve ha inoltre tagliato le stime sul Pil degli Stati Uniti, che nel 2013 è visto in crescita tra il 2% e il 2,3% (contro la forbice tra il 2,3% e il 2,6% calcolata lo scorso giugno) e nel 2014 in espansione tra il 2,9% e il 3,1% (contro la forbice tra il 3% e il 3,5% calcolata lo scorso giugno).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il