BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni Nazioni Emergenti 2013: previsioni buone nonostante cali degli ultimi mesi

Emergenti e obbligazioni: andamento e rendimenti. I consigli degli esperti



Negli ultimi mesi hanno registrato cali medi dell'8,32%, ma, come sottolinea un'indagine del Corriere della Sera, i fondi obbligazionari specializzati sui Paesi emergenti mantengono un rendimento a 3 anni (+9,48%) superiore di circa due punti percentuali a quello dell'indice generale di tutti i fondi obbligazionari (+7,53%).

Successo, dunque, ma ci si chiede se si possa effettivamente puntare su di essi o se, sull'onda di ciò che sta travolgendo il mondo intero, sarebbe meglio mantenere comunque la prudenza.

Yerlan Syzdykov, gestore del fondo Pioneer Funds Emerging Markets Bond al secondo posto nella classifica dei rendimenti a tre anni (+21%), ritiene che il trendi di crescita dei mercati emergenti rappresenti una strada salita. Dello stesso parere Marco Ruijer, gestore del fondo Ing Renta Fund Emerging market debt HC di Ing Im (+14,7% nel triennio) che spiega come “Oggi i fondamentali di questi paesi sono nettamente migliori di qualche anno fa: rapporto debito/Pil più basso, riserve in valute internazionali in crescita, politiche fiscali prudenti e strategie monetarie più flessibili”.

E Syzdykov a dare poi consigli su quali Paesi rivolgersi: “Nella regione latinoamericana guardiamo Cile, Perù, Colombia e Messico, per la loro stabilità macro e per il mix di politiche economiche che sono in grado di mettere in atto. In Europa fattori macroeconomici e di solvibilità ci portano a preferire Polonia, Ungheria, Russia e Kazakhstan”.

Sul fronte asiatico, oltre alla Cina bene anche la Thailandia e la Malesia mentre “in Africa puntiamo su Nigeria, Angola e Ghana”. Ma c’è chi predilige emissioni emergenti in valuta forte a breve-medio termine, e si orienta sulle offerte di Ungheria, Messico, Russia, Romania, Marocco, Costa Rica e Angola.

In questo senso si guarda meno a Paesi come Brasile, Sud Africa, Turchia, Indonesia, Ucraina e più verso Russia, Messico e Romania. C’è chi è anche orientato verso le scadenze corte in Ucraina e Venezuela.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il