BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013 o aumento Iva: intervento su una delle due necessario da Governo Letta

Cancellazione Imu 2013 o blocco aumento Iva: quale sarà la decisione del governo?



Cancellare definitivamente l’Imu 2013 su prime case e terreni agricoli o bloccare l’aumento di un punto percentuale dell’Iva, dal 21 al 22%: queste le misure allo studio del governo. Nonostante annunci e promesse, per mancanze di risorse, non si potranno approvare entrambe le misure.

Solo una potrà avere la meglio. E si teme in entrambe i casi. Ripristinare il pagamento Imu 2013 sulle prime case significa ributtare nello sconforto tutti quei proprietari di abitazioni che mesi fa hanno tirato un sospiro di sollievo e che magari per avere quella prima casa in cui risiedono hanno fatto, e stanno facendo, tanti di quei sacrifici da non poter sostenere il pagamento della tassa a dicembre.

Ma la stessa condizione di timore pesa sui contribuenti italiani che guardano con paura all’aumento dell’Iva. Tale aumento andrebbe a toccare ogni bene e servizio che fa parte della vita quotidiana, dalla spesa alimentare, ai settori di abbigliamento e calzature, agli elettrodomestici provocando, secondo le stime della Cgia di Mestre, un’inevitabile depressione dei consumi, già fortemente provati in questo anno, e crollati.

Quale, dunque, la via d’uscita da questa ingarbugliata situazione? Il vice ministro dell'Economia a Stefano Fassina ha spiegato: “Noi non vogliamo l'aumento dell'Iva, abbiamo spinto perché l'aumento venisse rinviato e siamo convinti che vada evitato, ma bisogna fare delle scelte. Da qui a fine anno abbiamo impegni che valgono quasi 6 miliardi di euro”.

E sull’Imu dice: “Se solo il 10% continua a pagare l'Imu è possibile evitare l'aumento dell'Iva”. Si potrebbe, dunque, secondo Fassina, evitare l’aumento Iva se si continuasse a far pagare la tassa sugli immobili sulle case di lusso.

“La riflessione che ho invitato a fare è non di aumentare l'Iva e se confermiamo l'eliminazione dell'Imu per il 90% delle famiglie e la lasciamo sul 10% delle abitazioni di maggior valore recuperiamo un miliardo per non aumentare l'Iva”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il