BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciale (PAS): inizio in ritardo per problema classi. Data possibile

Tempi, sedi e costi dei prossimi Tfa speciali: situazione e notizie dal Ministero



Novembre o forse dicembre: sono questi i tempi, di cui al momento si parla, di attivazione dei corsi per i prossimi Tfa speciali, quest’anno ribattezzati Pas.

Orientativamente, dunque, bisognerà aspettare l’inizio del prossimo anno e i candidati che hanno avuto accesso ai Pas 2013 adesso non devono far altro che aspettare la pubblicazione del calendario dei corsi che gli stessi atenei di riferimento dovranno rendere noto.

Ma sembra che ci vorrà del tempo per stabilirli e probabilmente bisognerà attendere la fine dell’anno per conoscere date e orari dei corsi per ogni singola università. Entro la fine dell’anno, poi, verranno stabilite le sedi e il numero preciso di posti che ogni facoltà potrà mettere a disposizione per i candidati dei Pas 2013.

Notizie che arrivano Ministero dell’Istruzione riferiscono che molte classi di concorso non hanno raggiunto la soglia minima per l’attivazione. Si tratta di classi di concorso che non hanno raggiunto i 10 corsisti.

I corsi, infatti, non possono essere attivati con un numero di iscritto inferiori a 10 persone. Ed è per questo motivo che i singoli Atenei e gli Uffici Scolastici Regionali stanno lavorando per capire quali sono le Regioni con più candidati.

Al momento, secondo il Ministero, il numero delle domande inoltrate sul portale Istanze online è stato di 70 mila, di queste però sono 65.973 le domande d’iscrizione inoltrate in modo corretto e adeguato.

I candidati docenti esclusi sono 2919 e coloro che non possono accedere ai percorsi abilitanti speciali hanno già ricevuto una mail di chiarificazione, che conferma o meno la possibilità per il candidato di accedere o no ai corsi. I costi per i corsi saranno a totale carico dei corsisti, saranno diversi a seconda degli atenei, e dovrebbero oscillare dai 500 ai 2000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il