Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Letta: incontri per le modifiche al via con sindacati

Sindacati e governo sulle pensioni: le richieste per modificare l’attuale sistema



Al via incontri tra governo e sindacati per cercare di risolvere una volta una per tutte i nodi pensione che riguardano la popolazione italiana. Le promesse di qualche mese fa annunciavano modifiche prima per la fine dell’estate, poi slittate a settembre, e infine ad ottobre, con la prossima Legge di Stabilità.

Ipotesi, anche questa, che sta venendo meno in questi giorni, considerando la priorità di altre questioni da risolvere, come la cancellazione definitiva dell’Imu 2013 su prime case e terreni agricoli e il blocco dell’aumento Iva di un punto percentuale, dal 21 al 22%, che sta scatenando non poche polemiche.

In realtà, secondo i sindacati, tra le priorità del governo dovrebbero rientrare anche le cosiddette urgenze sociali, vale a dire il nodo esodati, dei pensionandi di quota 96, e di particolari categorie di lavoratori, come i precoci e gli usuranti.

Per ovviare a questa situazione, Cgil Cisl e Uil chiedono al presidente del Consiglio, Enrico Letta, di garantire l’indicizzazione delle pensioni all’inflazione e restituire ai pensionati il potere d’acquisto perso negli ultimi anni.

È necessaria, inoltre, per i sindacati, una ridistribuzione della ricchezza del Paese, ‘che deve essere attuata attraverso una profonda riforma fiscale, che faccia pagare chi non ha mai pagato e riduca le tasse sul lavoro e sulle pensioni.

Se devono essere chiesti ulteriori sacrifici ai cittadini, si chiedano a tutti i possessori di redditi elevati, che provengano da retribuzioni, da pensioni o da patrimoni’. 

Insieme ad un carico fiscale minore, i sindacati chiedono anche la possibilità di un’uscita anticipata dal lavoro per alcune categorie, che, insieme a lavoratori usuranti e precoci, comprendono anche le donne, perché, secondo molti, aver equiparato l’età pensionabile tra uomini e donne è stata un’ingiustizia sociale. 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il