BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti 2013: costi commissione in aumento. Cambiare banca si può ma pochi lo fanno

Come risparmiare sui conti correnti: i consigli



Prima di scegliere un conto corrente da aprire sarebbe bene valutare costi e operazioni che esso offre, per cercare il migliore e più conveniente. I costi per la gestione dei conti correnti risultano, infatti, ancora troppo alti, dalle commissioni su bonifici, a quelle per il pagamento delle bollette e delle rate dell’affitto, e delle ricariche.

Basti pensare che nell'ultimo anno, 2011-2012, i costi sono cresciuti in media del 4,8%. E, in media ora, la spesa annua per il conto corrente oscilla fra gli 87 e i 119 euro. Ma, nonostante i costi elevati, solo un risparmiatore su dieci ogni anno, secondo un’analisi di CorrierEconomia, cerca condizioni migliori e decide di cambiare banca.

Cosa che talvolta potrebbe rappresentare una convenienza considerando che esistono oggi diverse tipologie di conti correnti e promozioni con condizioni competitive.

Il cliente, invece, dovrebbe informarsi meglio, perché spesso i costi maggiori sono là dove uno meno se li aspetta, per esempio, nelle banche locali, perché le piccole non convengono più.

Secondo una ricerca realizzata dall'Antitrust, infatti, gli aumenti maggiori lo scorso anno sono stati operati dalle banche del Credito cooperativo, in misura pari al 12%, toccando anche punte del 20%. Molti per risparmiare sui costi di gestione dei conti correnti preferiscono operare su conti online che funzionano come quelli tradizionali ma con costi minori perchè tutto viene effettuato via web.

I conti correnti online sono caratterizzati dalla possibilità di effettuare il versamento di denaro secondo la modalità di contante, assegni o bonifici bancari; permettono di versare il proprio stipendio o la pensione e questo avviene tramite l’accredito; e di eseguire una serie di transazioni come l’addebito delle bollette legate alle utenze domestiche.

Altro vantaggio dei conti online è quello di poter pagare i bollettini postali online senza dover fare la fila in posta; inoltre con un conto corrente online si possono eseguire bonifici nazionali o internazionali conoscendo semplicemente l’Iban del destinatario, in qualunque orario, anche in mezzo alla notte, senza considerare che garantiscono un tasso di interesse maggiore, perchè le banche che operano esclusivamente online hanno meno spese e possono investire maggiormente negli interessi che i clienti possono percepire. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il