BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ultime notizie: nuovo intervento richiesto da Damiano

Damiano si rivolge di nuovo al governo: “Necessario intervenire sul sistema pensionistico”



Nonostante ciò che sta facendo fibrillare il governo sia la discussione intorno alla cancellazione dell’Imu 2013 su prime case e terreni agricoli e l’eventuale nuovo rinvio dell’aumento di un punto percentuale dell’Iva dal 21 al 22%, che per ora dovrebbe scattare dal primo ottobre, un’altra questione spinosa da risolvere è quella delle pensioni.

Per mesi il governo, e il ministro del Lavoro Enrico Giovannini, ha promesso modifiche all’attuale sistema pensionistiche, lanciando proposte e ipotesi di cambiamento su cui discutere. Discussioni, appunto, annunci e promesse che però al momento non trovano alcun riscontro.

E sembra svanire anche la possibilità di vedere qualcosa di concreto nella prossima Legge di Stabilità di ottobre, giacchè al momento non compare alcun accenno in merito. L’unico spiraglio potrebbe riguardare modifiche per particolari categorie di lavoratori, come precoci ed usuranti.

Ma non basta. Proprio per cercare di cambiare le cose, è nuovamente intervenuto Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro, che dopo aver più volte ribadito la necessità di una riforma soprattutto per sciogliere una volta per tutte l’ingarbugliato nodo esodati, è tornato a rivolgersi al governo.

Damiano, infatti, ha detto: “Bisogna che il governo si renda conto, da subito, che intervenire nella legge di Stabilità per correggere il sistema pensionistico, come sarebbe necessario, significa stanziare parecchi miliardi di euro. Per questo chiediamo da tempo che l'esecutivo convochi una cabina di regia per distribuire le risorse tra le varie priorità”, ricordando che per salvaguardare 130mila esodati, nella scorsa legislatura, sono occorsi oltre 9 miliardi di euro.

Inoltre, secondo  Damiano, bisognerebbe aggiungere “il criterio di flessibilità da introdurre nel sistema previdenziale e la questione della ricongiunzione dei contributi pensionistici”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il