BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Letta: cambiamenti rischiano di saltare se esecutivo cade

Modifiche pensioni a rischio se governo cade: cosa succederà?



Dopo la minaccia di dimissioni in massa annunciata dal Pdl, in caso di decadenza di Berlusconi, in una nota il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, giudica assurdo evocare un Colpo di Stato e si legge ‘Non occorre neppure rilevare la gravità e assurdità dell'evocare una operazione eversiva in atto contro il leader del Pdl.

L'applicazione di una sentenza di condanna definitiva, inflitta secondo le norme del nostro ordinamento giuridico per fatti specifici di violazione della legge, è dato costitutivo di qualsiasi Stato di diritto.

C'è ancora tempo, e mi auguro se ne faccia buon uso, per trovare il modo di esprimere, se è questa la volontà dei parlamentari del Pdl, la loro vicinanza politica e umana al Presidente del Pdl, senza mettere in causa il pieno svolgimento delle funzioni dei due rami del Parlamento’.

Intanto il premier Enrico Letta ha commentato gli ultimi avvenimenti politi del Belpaese come “Un'umiliazione per l'Italia” e ha annunciato che si recherà da Napolitano per un chiarimento su come andare avanti: “Serve un chiarimento nel governo e in parlamento: voglio decidere insieme a Napolitano le modalità. Voglio che tutto accada davanti ai cittadini”.

Cittadini che, nel frattempo, forse si augurano che il governo non cada perché questo significherebbe rimandare e forse bloccare ogni riforma del welfare definita dall’attuale esecutivo, molte di queste necessarie, come le modifiche alle pensioni che probabilmente verrebbero ancora una volta rimandate nel caso di caduta del governo.

E si auspica che ciò non accada perché vi sono categorie di lavoratori e pensionandi che attendono cambiamenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il