BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa Italiana: previsioni migliori azioni ottobre-novembre-dicembre 2013 per analisti

Andamento Borsa italiana e previsioni: i titoli che convincono di più



Volano i listini di Piazza Affari e l’ottimismo che regna tocca anche l’Italia, soprattutto se si dovessero placare le tensioni di questi giorni interne al governo.

E Claudia Vacanti, direttore investimenti di Banca Generali, ha spiegato che anche “L’Italia, la cui borsa è piuttosto piccola se considerata su scala continentale, beneficia di questo clima sostanzialmente favorevole all’investimento azionario trainato dai miglioramenti della congiuntura economica europea e dai progressi in materia di stabilità del sistema bancario”.

Sono, comunque, diversi gli analisti che ritengono che se ci fossero segnali di un chiarimento politico, Piazza Affari tornerebbe a volare nei mesi a venire.

Da un'analisi di CorrierEconomia sui titoli a media capitalizzazione (mid cap e stars) emergono 21 titoli (di cui 6 finanziari e i restanti 15 industriali) che hanno un target price a 12 mesi con un potenziale rialzo di almeno il 10%, che dovrebbe offrire una rivalutazione media a 12 mesi del 17,9% a cui aggiungere anche un dividendo annuo del 2,9%.

“Le imprese che si sono ben comportate durante la crisi, dovrebbero mettere a segno tassi di crescita interessanti con l'arrivo della crescita” auspica Paolo Rizzo, consigliere d'amministrazione e Partner Anthilia Capital Partners sgr.

Marco Nascimbene, gestore del fondo Fondersel Pmi di Ersel Sgr, ritiene che “ci sia ulteriore spazio di rialzo per le mid cap italiane, perchè trattano ancora a multipli interessanti.

“Preferiamo le società industriali con un forte posizionamento competitivo all'interno del proprio settore di riferimento e le società che presentano storie di ristrutturazione in grado di approfittare della ripresa dell'economia italiana”.

Convincono Banca Generali, che presenta dati di raccolta superiori alle attese e un'ottima redditività, Milano Assicurazioni ed Erg, che entro fine anno completerà l'uscita dall'attività di raffinazione trasformandosi in società produttrice di energia elettrica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il