BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test medicina università 2013: graduatoria nazionale ufficiale.Come fare iscrizione,regole,eccezioni

Pubblicata graduatoria nazionale test Medicina: iscrizioni e trasferimenti



E’ stata pubblicata ieri sul sito del Miur la graduatoria nazionale che comprende i nominativi di tutti coloro risultati idonei al test d’accesso alla Facoltà di Medicina.

Dagli esiti resi noti, l’aspirante medico ha saputo se è stato ‘assegnato’, e cioè ha la possibilità di occupare un posto disponibile presso la facoltà prescelta ed entro 4 giorni dalla pubblicazione deve provvedere ad iscriversi pena l’esclusione dal corso di laurea quantomeno per quest’anno; o ‘prenotato’, e in questo caso significa che non potrà frequentare la sede indicata come prima scelta ma è prenotato per altra sede che egli stesso ha indicato al momento dell’iscrizione.

Il candidato dovrà dunque decidere se iscriversi presso altro ateneo o aspettare che si liberi un posto nell’ateneo prescelto. Se, inoltre, risultando prenotato anche la sua seconda scelta di università non è disponibile, la sua assegnazione scala a quella ancora successiva ed anche in questo caso il candidato ha 4 giorni per iscriversi altrimenti verrà cancellato da graduatoria e dalla possibilità di accedere ad altra sede del corso prescelto.

La classifica nazionale e i posti nelle varie università sono stati assegnati tenendo conto delle preferenze, fino a esaurimento delle disponibilità, in base ai risultati delle prove d'ingresso.

Per permettere a tutti gli aspiranti medici di sistemarsi in qualche ateneo, la graduatoria nazionale verrà aggiornata ogni 5 giorni per cui sarebbe consigliabile che ogni interessato consulti sempre la graduatoria rivista.

Dai risultati dalla graduatoria è emerso che centinaia di studenti dovranno trasferirsi dal Nord al Sud per studiare. Per esempio, dovranno spostarsi molti degli oltre 900 aspiranti per la Statale di Milano, che mette a disposizione solo 370 posti a Medicina e 60 a Odontoiatria.

Ma è solo un esempio, perché sono in realtà tanti gli atenei pubblici del Nord a non avere posti disponibili per tutti coloro che hanno superato il test. Da Sud a Nord si muoveranno invece molti ragazzi risultati ‘prenotati’ in atenei blasonati, come quello di Siena, dove risultano scoperti ben 150 posti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il