Pensioni Governo Letta ultime notizie: fiducia ottenuta ieri. Ora si riapre speranza

Fiducia e pensioni: le eventuali modifiche se governo non cade



AGGIORNAMENTO: Ieri il Governo Letta ha ottenuto la fiducia e una nuova base e maggioranza politica da cui ripartire. Ecco tutte le novità possibili dei prossimi mesi di Governo su alcune delle questioni più importanti come lavoro, economia, tasse, imu, scuola, esodati trattate nel discorso programmatico di Letta ieri in Parlamento. Potete trovare la nostra analisi, anche sulle pensioni sia in in questo articolo che in altri che stiamo per pubblicare nel corso della giornata di oggi e che troverete in homepage

------------------------------------------

Ritoccare il cuneo fiscale e dare più soldi ai pensionati, pensare a regole ad hoc per determinate categorie di lavoratori, come precoci e usuranti, cercare soluzioni definitive per gli esodati e forse discutere anche di una maggiore flessibilità per lasciare il lavoro: potrebbe essere oggi il grande giorno per conoscere il destino delle pensioni in Italia.

Nel momento in cui, infatti, il premier Letta si presenterà prima in Senato e poi, nel pomeriggio, alla Camera, per ottenere la fiducia, e riuscire così a prolungare la sua opera di governo, fino almeno al 2015, si saprà anche quale sarà il futuro, di soluzione o meno, delle questioni centrali che il governo si era impegnato ad affrontare.

Se Letta dovesse ottenere la fiducia, si dovrebbe procedere rispettando la tabella di marcia più volte indicata dall’esecutivo, e vale a dire l’approvazione della Legge di Stabilità ad ottobre che, tra le altre misure, dovrebbe riservare spazio alle tanto agognate modifiche all’attuale sistema pensionasti.

Anche se, secondo voci di qualche settimana fa, al suo interno vi era poco spazio per le pensioni e le uniche eventuali modifiche avrebbero dovuto riguardare solo precoci e usuranti.

Per raggiungere tale obiettivo bisognerà conquistare una maggioranza solida, perché con lo scarto di pochi voti si potrebbe pensare ad una fragilità di governo, seppur con la fiducia.

La speranza di tanti pensionati e pensionandi è che il governo attuale non cada, in modo da riuscire a mantenere, almeno in parte, quei cambiamenti promessi che potrebbero contribuire a migliorare, anche se di poco, la qualità di vita di queste persone.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il